FrecciaRossa1(ASI) Perugia - La consigliera Francesca Vittoria Renda, capogruppo Blu e portavoce di Blu-Perugia Civica, ha presentato nella mattina di mercoledì 5 agosto un ordine del giorno urgente con il quale invita l’amministrazione a verificare che la tratta Perugia – Milano ad Alta Velocità sia realmente acquistabile fino a Dicembre 2020.                                                                              

A chiedere al Governo centrale un tavolo urgente che affronti e risolva le modalità di connessione della nostra regione con la rete dell’Alta velocità, dunque almeno due coppie di Frecciarossa verso sud e due verso nord. Inoltre, a promuovere con la Regione Umbria un immediata trattativa con Trenitalia per la riconferma del Frecciarossa Perugia-Milano per il 2021, valutando l’opportunità di ottenere uno sconto sul contratto di servizio in base ai passeggeri raggiunti e, infine, a sollecitare presso le competenti sedi il completamento del raddoppio della linea Spoleto – Foligno e il finanziamento della tratta Spoleto – Terni .

“Nel 2018 - spiega la consigliera Renda - il Frecciarossa Perugia- Milano ha dimostrato di essere un vettore importante per la comunità, tenuto anche conto del successo riscontrato nell’uso di questa modalità di trasporto. Nei dieci mesi trascorsi questo treno ha fatto registrare una media di 90 passeggeri al giorno, per un totale di circa cinquantamila utenti che hanno usufruito della Linea, e cioè quasi il triplo di quanto era stato inizialmente previsto. Nel tempo i passeggeri del Frecciarossa Perugia – Milano sono aumentati a 180 passeggeri giornalieri, nonostante da Dicembre 2019 la fermata non sia stata più Milano Centrale, ma Milano Rogoredo. Eppure oggi, dal sito di Trenitalia non risultano acquistabili i biglietti per la sopracitata tratta da settembre in poi, malgrado l’assessore regionale Melasecche abbia annunciato la sottoscrizione fino a dicembre 2020 del contratto con Trenitalia per il Frecciarossa Perugia-Milano, che avrebbe dovuto ripartire lo scorso 28 giugno. É urgente – ha concluso Renda - ritrovare un approccio manageriale nella programmazione e gestione, politica e tecnica, del sistema della mobilità, in grado di rompere l’isolamento a cui l’Umbria è stata rilegata in questi ultimi anni. Il Frecciarossa Perugia-Milano è un servizio fondamentale per l’Umbria, ma non è sufficiente, sono necessarie almeno altre due coppie di treni ad Alta Velocità verso sud e verso nord.”

FrancescaRendaFrancesca Vittoria Renda

Capogruppo Blu

Portavoce Perugia Civica & BLU

 

 

 

 

perugiacivicablu

 

 

 

 

 

 

Di seguito l’ordine del giorno urgente:

Oggetto: Frecciarossa Umbria                  

 

PREMESSO CHE:

l’Umbria da anni vive in una condizione di isolamento infrastrutturale, perché risulta tagliata fuori dai grandi tracciati autostradali e ferroviari nazionali;

gravi ritardi si registrano per il completamento del raddoppio della linea Spoleto – Foligno e il     finanziamento della tratta Spoleto – Terni che consentirà di aumentare sensibilmente la competitività dei collegamenti veloci da/ per Roma;

che nella città di Firenze risultano attivi circa 253 collegamenti giornalieri ad Alta Velocità. Così facendo il capoluogo toscano risulta essere tra i più collegati d’Italia, dunque località strategica per il turismo e per gli affari;

nel 2018 la Regione ha siglato l’accordo con Trenitalia per arretrare, da Arezzo, il Frecciarossa delle ore 06:11 alla stazione di Perugia permettendo il raggiungimento della stazione di Milano in circa tre ore. Analogamente per la corsa del Frecciarossa in partenza da Milano alle 19:30 fino alla stazione di Perugia;

questo collegamento ferroviario risulta quantomeno strategico e di vitale importanza per lo sviluppo del turismo e del commercio da e verso la nostra Regione;

 

EVIDENZIATO CHE:

nel 2018, primo anno di attivazione, il Frecciarossa Perugia- Milano ha dimostrato di essere un vettore importante per la comunità, tenuto anche conto del successo riscontrato nell’uso di questa modalità di trasporto. Nei dieci mesi trascorsi questo treno ha fatto registrare una media di 90 passeggeri al giorno, per un totale di circa cinquantamila utenti che hanno usufruito della Linea, e cioè quasi il triplo di quanto era stato inizialmente previsto; 

il 2019 è stato un altro anno di grande crescita per i passeggeri del Frecciarossa Perugia – Milano, infatti è stata registrata una media di 180 passeggeri giornalieri, nonostante da Dicembre 2019 la fermata non è stata più Milano Centrale, ma Milano Rogoredo;

l’assessore Regionale Enrico Melasecche dopo il Covid ha annunciato per mezzo stampa che la Regione ha sottoscritto fino a Dicembre 2020 il contratto con Trenitalia per il Frecciarossa Perugia-Milano, che sarebbe ripartito in data 28 giugno;

che a oggi dal sito di Trenitalia non risultano acquistabili i biglietti per la sopracitata tratta da settembre in poi;

 

CONSIDERATO CHE:

tra gli obiettivi di mandato di questa consiliatura comunale c’è quello di sostenere in tutte le sedi competenti la necessità di rilanciare la capacità di collegamento di Perugia con gli assi nord-sud su ferro, alta velocità;

nel programma elettorale della Presidente Tesei , per quanto riguarda l’Alta velocità, veniva scritto: “sulla scia del successo del collegamento Perugia – Milano, occorre puntare alla creazione di analoghi collegamenti verso sud (Roma- Napoli- Bari/ Salerno) e al completamento dell’offerta con l’istituzione di corse con orari funzionali, migliorare le relazioni non solo in partenza ma anche quelle in arrivo nella nostra regione a favore di turisti, studenti e imprenditori anche attraverso la riconversione degli attuali e obsoleti treni IC”;

è urgente ritrovare un approccio manageriale nella programmazione e gestione, politica e tecnica, del sistema della mobilità, in grado rompere l’isolamento a cui l’Umbria è stata rilegata in questi ultimi anni;

il Frecciarossa Perugia- Milano è un servizio fondamentale per l’Umbria, ma non è sufficiente, sono necessarie almeno altre due coppie di treni ad Alta Velocità verso sud e verso nord;

 

SI IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA:

a verificare presso le compente sede che la tratta Perugia – Milano ad Alta Velocità sia realmente acquistabile fino a Dicembre 2020;

a chiedere al governo centrale un tavolo urgente che affronti e risolva le modalità di connessione della nostra regione con la rete dell’Alta velocità, dunque almeno due coppie di Frecciarossa verso sud e due verso nord;

a promuovere con la Regione Umbria un immediata trattativa con Trenitalia per la riconferma del Frecciarossa Perugia-Milano per il 2021, valutando l’opportunità di ottenere uno sconto sul contratto di servizio in base ai passeggeri raggiunti;

a sollecitare presso le competenti sedi il completamento del raddoppio della linea Spoleto – Foligno e il finanziamento della tratta Spoleto – Terni .


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information