pdf(UNWEB) Il 20 ed il 21 settembre prossimo gli elettori saranno chiamati ad esprimersi sul Referendum popolare confermativo che vorrebbe il taglio del numero attuale dei parlamentari. Ritenendo che il numero di deputati e senatori per numero di abitanti è perfettamente allineato con le medie europee e che l’Umbria verrà particolarmente penalizzata in termini di rappresentanza passando da 16 a 9 parlamentari, riteniamo sciocca e demagogica la scelta di comprimere la rappresentanza, rendendo ancora più inetta una classe dirigente politica che si è già dimostrata la peggiore di sempre.


Proprio perché siamo consapevoli che per interpretare il bene comune di una società è indispensabile che sia garantita una giusta consistenza di partecipazione dei rappresentanti eletti, oltre che preservare le posizioni di tutte le minoranze; il nostro senso della giustizia ci impone di promuovere il “No” al prossimo voto referendario sul taglio dei parlamentari, che equivarrebbe ad un drastico taglio delle libertà.
Il Popolo della Famiglia Umbria, in questa brevissima campagna elettorale, si adopererà per promuovere e moltiplicare tutte le azioni che portino chiarezza e sostegno alle ragioni del “No”, a garanzia di una già debolissima democrazia.


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information