PerugiaCrotone00(UNWEB) Perugia. Il Perugia, malgrado le avversità, non si ferma e continua a macinare punti. A poco più di metà della prima frazione il destino sembrava segnato: l'ingenuo Di Chiara si è fatto espellere e in molti pensavano che contro il Crotone secondo della classe non ci sarebbe stato nulla da fare. Invece questo gruppo ha confermato di essere sulla strada giusta ed è riuscito a portare via il punto numero 40 di questo campionato, avvicinandosi al traguardo della salvezza.
Ad impressionare è l'ottima tenuta della difesa (nessun gol subito nelle ultime tre gare), con Sgarbi che si è riconfermato sui livelli di Ascoli e Angella che si è rivelato un baluardo insormontabile, ben coadiuvato anche da capitan Rosi. Grandissimo lo spirito di sacrificio dei centrocampisti e degli attaccanti, su tutti Melchiorri, adattato come esterno di centrocampo dopo il rosso a Di Chiara e capace di svolgerlo più che egregiamente. Serse Cosmi, che si avvicina alla riconferma, può dormire sonni tranquilli: questa squadra inizia ad assomigliargli sempre più e la bontà del lavoro svolto è certificata da quanto si vede in campo. Così ci sono tutte le condizioni per risalire ulteriormente la classifica. Lunedì a Cittadella, oltre che ovviamente Di Chiara, non ci sarà Carraro, ammonito nel finale e già diffidato: per lui scatterà la squalifica. 
 
SERSE CAMBIA POCO O NULLA - Poche sono le novità dei biancorossi rispetto ad Ascoli: torna la coppia Falcinelli - Iemmello davanti mentre in porta c'è Fulignati, alla sua prima in campionato. In difesa strameritata la conferma per Sgarbi così come per gli uomini del centrocampo. Il Crotone, anch'esso con il 3-5-2, deve rinunciare allo squalificato Barberis, ma ritrova Messias e punta sull'artiglieria pesante, con Simy e Armenteros tandem offensivo.
 
UNA GARA IN SALITA, DA SUBITO - Già nei giorni scorsi non si intuiva un'aria buona e lo dimostrano gli infortuni di Gyomber e Vicario, poi in corso d'opera va registrata l'uscita di Falcinelli (sfortunatissimo per lui il compleanno numero 29) per un colpo alla caviglia ma soprattutto quella di Di Chiara, che si è fatto cacciare per aver protestato contro il quarto ufficiale, il signor Rapuano, che ha riferito il tutto all'arbitro il quale ha estratto nei confronti del terzino (che rischia almeno due giornate) il rosso diretto tra lo stupore generale. Malgrado questo il Grifo ha retto bene il confronto, limitando al minimo i rischi nel primo tempo: da segnalare al 16' un inserimento di Messias su cross di Golemic che di testa non riesce a far centro. Cosmi non è affatto soddisfatto e si arrabbia spesso e volentieri, ma l'episodio dell'espulsione fa sì che i biancorossi trovino una certa compattezza. Melchiorri si abbassa come esterno a sinistra e le cose si assestano: al 37' Nicolussi trova in area Mazzocchi che cerca di districarsi ma guadagna un giallo per simulazione. Il Frosinone perde e il Crotone vuole approfittarne: Stroppa punta sulla vivacità e sullo scatto dell'ex Mustacchio e di Crociata (escono Gerbo e Armenteros). Per forza di cose sono gli Squali a fare la partita, ma il bunker del Perugia non cede. L'unico vero pericolo lo corre al 52' quando proprio Mustacchio, bravo a tagliare alle spalle della difesa biancorossa, coglie la traversa di testa su cross al bacio di Benali. Cosmi sistema bene i suoi, che riescono a pungere in contropiede, e anche pericolosamente: all'81' Buonaiuto ha la palla per colpire ma stavolta è Cordaz a compiere il miracolo. Due minuti dopo è un tiro cross dell'attivissimo Messias a mettere i brividi e non bastano 4' di recupero ai pitagorici per sbloccare il risultato. Termina 0-0 ed è giusto così: i rossoblu hanno vinto la sfida sul piano del possesso palla, ma non certo su quello dell'incisività. Ed è quello che veramente conta nel calcio.
 
Il tabellino della sfida
 
PERUGIA - CROTONE 0-0

PERUGIA: Fulignati, Rosi, Carraro, Sgarbi, Mazzocchi, Falcinelli (22′ Melchiorri), Iemmello (32′ st Buonaiuto), Nicolussi Caviglia, Falzerano (14′ st Rajkovic), Di Chiara, Angella. A disp.: Abertoni, Nzita, Dragomir, Konate, Benzar, Falasco, Kouan, Capone, Righetti. All. Cosmi

CROTONE: Cordaz, Cuomo, Golemic (39′ st Curado), Armenteros (1′ st Crociata), Benali, Gerbo (1′ st Mustacchio), Molina (26′ st Lopez), Zanellato (26′ st Evan’s Allan), Simy, Messias, Marrone. A disp.: Figliuzzi, Festa, Bellodi, Gomelt, Rodio, Ruggiero, Panza. All.Stroppa

ARBITRO: Di Martino (Capaldo – Rossi)

NOTE: Espulso Di Chiara. Ammonito Mazzocchi, Messias, Cuomo, Zanellato, Melchiorri, Carraro

 


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information