Screenshot 2020 12 24 Le dichiarazioni di Caserta post Perugia Ravenna(UNWEB) Perugia. "Non ho mai pensato che i pareggi fossero risultati negativi, anche se con qualche pareggio di troppo ci si allontana dalla vetta". La riflessione del tecnico Fabio Caserta, dopo la gara vinta 3-1 contro il Ravenna al Renato Curi, va subito all'aspetto che aveva maggiormente preoccupato la piazza nelle settimane scorse, evidenziando un punto di vista più complessivo e forse più saggio: "I pareggi ti danno anche continuità e la possibilità di poter lavorare in modo tranquillo e sereno, con la consapevolezza che devi cercare di fare bene e dobbiamo essere tutti contenti di quello che stanno facendo i ragazzi".


In riferimento al clima di tensione serpeggiato nell'ambiente dopo la sconfitta di Trieste, l'allenatore dei grifoni ha confermato che "sono stati tre giorni impegnativi ed abbiamo fatto di tutto per mettere subito la gara nella giusta direzione". Secondo il tecnico c'è ancora da "lavorare tanto per colmare alcune lacune ma più di così oggi non si poteva davvero chiedere ai ragazzi", anche se ora è giusto pensare "a staccare per un po' di giorni e festeggiare un santo Natale".
Su Minesso, autore della splendida tripletta che ha deciso la partita, Caserta ha sottolineato che "non lo scopriamo oggi come calciatore" e che, al pari di tutti i suoi compagni ed in particolare di quelli che hanno giocato meno, come lo stesso Vanbaleghem, "è stato sempre disponibile e ha sempre risposto bene sul campo".
Nel dopogara, forse anche per stemperare la tensione della partita, il tecnico ha dato modo a stampa e tifosi di farsi conoscere un po' meglio: "Nel lavoro stresso molto i calciatori, sono molto esigente. Un mio grosso difetto è quello di non staccare mai mentalmente dal lavoro, a volte anche in famiglia. Forse è così perché sono all'inizio della mia carriera di allenatore". Per fortuna, ha aggiunto Caserta, lo staff tecnico che lo assiste "è davvero bravo a sopperire a questo mio modo di fare e tranquillizzare i giocatori". L'esperienza di Perugia sembra contare davvero molto per il mister, che ha ricordato: "A Perugia io e la mia famiglia ci troviamo molto bene. Le mie figlie vanno a scuola qui, in classi dove sono tutti tifosi del Grifo".

Redazione  Riproduzione riservata.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information