lepagelleFulignati 5: Ancora un'indecisione che poteva costare carissimo, per fortuna Ferrara lo grazia. Per il resto poco impegnato.


Elia 6: Prova a spingere e lo fa con buona costanza, ma vuoi per il campo pesante, vuoi per l'attitudine difensiva del Fano, non riesce ad affondare come al solito. Comunque positivo.
Angella 6,5: Bravo a contenere un paio di insidiose ripartenze del Fano. Attento anche a pulire l'area da un paio di insidiose palle vaganti.
Sgarbi 6,5: Bravo a non concedere spazio all'attacco fanese anche in situazioni di campo aperto. Concentrato per 90 minuti e come sempre abile nel gioco aereo. La sua chiusura all'ultimo secondo che sventa un pericolosissimo 2 contro 1 vale un gol
Crialese sv
(Favalli 5,5: Entra e non riesce ad affondare in fase di spinta. Il terreno di gioco era tutt'altro che dei migliori, ma anche al traversone risulta impreciso.)
Vambaleghen 5,5: Deputato a svolgere il lavoro oscuro e coprire le spalle a Burrai, lo fa discretamente, confermandosi scolastico ma affidabile.
Burrai 5,5: Insidiosi un paio di suoi traversoni tagliati su calcio piazzato, ma in fase d'impostazione non è particolarmente ispirato complice la carenza di movimento senza palla degli attaccanti biancorossi.
Sounas 5,5: Da lui ci si aspetta sempre molto, ma appare non al massimo della forma, palla al piede non riesce ad incidere ed anche in termini di corsa mostra una condizione da ritrovare. Tutto legittimo dati i recenti problemi fisici.
(Kouan 5,5: Entra per provare ad inserirsi in area avversaria e sfruttare il suo dinamismo, ma non riesce ad incidere mai).
Falzerano 5,5: Prova a muovere la difesa avversaria e corre parecchio, ma spesso a vuoto. Meno incisivo rispetto all'ultima apparizione, non riesce a saltare l'avversario e creare superiorità numerica.
Murano 5: Evanescente o quasi, non riesce a trasmettere pericolosità nell'area avversaria. L'impegno non manca, ma nel pratico combina poco o nulla.
(Bianchimano 5,5: Entra per dar peso all'attacco e sfruttare le sue doti aeree, e nel finale gli capita un occasione ghiottissima, ma non riesce a sfruttarla.)
Minesso 6: ormai è uno dei leader offensivi del grifo, nonché colui che più di tutti si muove senza palla e destabilizza la difesa avversaria. Dopo la sua prematura uscita dal campo il Perugia risulta più prevedibile e statico.
(Vano 5,5: Prova a fare a sportellate coi centrali avversari e a far valere la sua stazza, ma non ci riesce quasi mai. Nel finale genera la migliore occasione biancorossa.)
Caserta 6: Pronti via e perde altri 2 elementi fondamentali. Prova a riorganizzare la squadra nonostante le contingenze e il terreno ai limiti della praticabilità. Nel finale prova a vincerla con l'innesto della doppia punta pesante. Non poteva fare niente di più.

Alessandro Antoniacci - Agenzia Stampa Italia


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information