commissione dinchiesta antimafia 1 750x536(UNWEB) Perugia. Si è insediata nel corso della mattinata del 23 luglio presso la sala del Consiglio comunale a palazzo dei Priori la commissione d’inchiesta ed approfondimento contro il fenomeno delle infiltrazioni mafiose, istituita con votazione unanime lo scorso 22 febbraio dell’Assise perugina.

Ad aprire i lavori è stato il presidente del Consiglio Comunale Nilo Arcudi che, nel ringraziare i membri consiliari e quelli esterni per l’impegno che hanno inteso garantire per permettere il funzionamento della commissione, ha sottolineato come l’Amministrazione di Perugia intenda con questa iniziativa continuare il suo impegno e percorso di studio ed analisi per evitare qualsiasi ingerenza all’interno delle Istituzioni e del tessuto economico da parte della malavita. Si tratta – ha spiegato Arcudi – di un tema drammaticamente attuale perché la presenza della malavita è fortemente favorita dalla crisi economica conseguente alla perdurante pandemia in atto nel Paese.

Il presidente ha voluto rivolgere un saluto particolare ai due membri esterni, ossia il Prof. Marco Angelini ed il Prof. Enrico Carloni, la cui esperienza, ha detto, sarà importante per contribuire al lavoro della commissione.

Dopo l’apertura dei lavori si è poi provveduto alla nomina dei componenti l’ufficio di presidenza. In particolare il ruolo di presidente è stato assegnato alla consigliera della Lega Daniela Casaccia con 9 voti, mentre quello di vice presidente alla consigliera del M5S Francesca Tizi con due voti. Una scheda bianca.

Nel ringraziare tutti i componenti per il sostegno e la fiducia manifestatale, la presidente Casaccia ha confermato l’importanza del ruolo dei membri esterni per l’approfondimento dei temi, delicatissimi, che verranno affrontati nel corso delle prossime sedute all’interno di una commissione che per la prima volta nella storia si è costituita a Perugia.

Francesca Tizi, dal canto suo, si è detta onorata dell’incarico ricevuto ed ha espresso l’auspicio che la commissione riesca a portare avanti un lavoro proficuo nell’interesse della città.

Dai banchi del consiglio i componenti della Commissione hanno espresso, tramite gli interventi di Michele Nannarone e Nicola Paciotti, soddisfazione per l’elezione di due donne alla guida dell’organismo, peraltro entrambe giuriste.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information