euro(UNWEB) "Il rapporto di Mediaco043 sui depositi bancari nella nostra Regione,ci indica che tra le imprese e le famiglie,si stima un tesoretto di oltre 20 miliardi di euro dove Orvieto la fa da padrone essendo il comune più 'liquido; Perugia meglio di Terni. La pandemia sembra non aver fermato la crescita anzi l'ha spinta ulteriormente tanto che nell'anno 2020 i depositi bancari delle famiglie e imprese sono aumentati di un'altro 13%, arrivando a 14,046 miliardi di euro (con esclusione della Cassa depositi e prestiti),con un incremento di 1,616miliardi di euro rispetto all'anno 2019, dimostrando che le famiglie e le imprese,hanno aumentando la loro preferenza e quindi la loro sicurezza,parcheggiando il risparmio in strumenti liquidi o facilmente liquidabili,come conti correnti,obbligazioni a breve scadenze. Tale comportamento e' sicuramente dovuto ad'un clima di incertezza presente non solo nella vita quotidiana,ma anche alla forte volatilita' e instabilita' dei mercati finanziari.
La maggiore crescita dei depositi bancari nell'anno 2020 in termini di percentuale,e' avvenuta nei comuni di Marsciano,Citta' di Castello,Gualdo Tadino e Bastia Umbra seppur il Comune di Orvieto continua ad'essere il comune piu' liquido ossia che presenta il valore piu' elevato di depositi bancari medi per abitante ,neonati e ultracentenari compresi.
Subito dopo Orvieto, sempre come depositi bancari pro-capite,troviamo Perugia, Norcia, Città della Pieve e Magione.
L'incremento piu' forte lo troviamo in provincia di Perugia (+13,4%) contro un +11,3% di Terni.
Questo è  il quadro che emerge dai dati forniti a livello comunale dalla Banca d'Italia ed elaborati dall'agenzia Mediaco043,diretta da Giuseppe Castellini che evidenziano una marcata "incertezza" che spinge famiglie umbre e imprese a "tenere" il risparmio fermo sia a scopo precauzionale sia per il rapporto rischio/rendimento ritenuto troppo elevato per poter collocare in maniera differente questa enorme quantita' di denaro."  *
 
* Fonte: TerniToday - Articolo su facebook del 13/11  "Ricchi e poveri,ecco dove vivono i "paperoni" dell'Umbria e chi ha il conto in banca piu' "pesante".