xx GIUGNO 12In occasione delle celebrazioni del XX Giugno, presentato il progetto "Memoria digitale". L'obiettivo è valorizzare appieno le ricchezze storico-artistiche del civico cimitero

(UNWEB) Perugia. Il cimitero come luogo della memoria, in cui tombe, epigrafi e foto tramandano il ricordo di chi è vissuto a Perugia prima di noi, personaggi illustri e cittadini comuni, uomini e donne di cui è possibile intuire la vita attraverso le sepolture. Ora, le storie di 21 perugini che hanno lasciato un segno profondo in quella della città possono essere conosciute da chi si reca in visita al Cimitero Monumentale in modo semplice e immediato inquadrando un QRCode con il proprio smartphone.
Si chiama “Memoria digitale” il progetto presentato dall’amministrazione comunale in occasione della visita al civico cimitero per la ricorrenza del XX Giugno, a cui hanno preso parte il prefetto di Perugia Armando Gradone, il sindaco Andrea Romizi, il presidente del Consiglio comunale Nilo Arcudi e numerosi consiglieri comunali, gli assessori Luca Merli, Gabriele Giottoli e Edi Cicchi, la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, il presidente dell’assemblea legislativa regionale Marco Squarta, il consigliere regionale Tommaso Bori, la consigliera Erika Borghesi in rappresentanza della Provincia di Perugia, i vertici delle forze dell’ordine e dell’Esercito e la polizia locale.
“La finalità di ‘Memoria digitale’ è permettere che il ricordo di chi ci ha preceduto si conservi e si ampli grazie alle nuove modalità digitali. Per questo abbiamo iniziato a mappare tombe significative del Cimitero monumentale. Grazie all’aiuto di due ragazze del servizio civile, così è stata avviata un’attività che porterà a definire percorsi tematici”, ha spiegato l’assessore ai servizi civici, Edi Cicchi, ringraziando per il contributo l’assessore al digitale, Gabriele Giottoli.
Il progetto, in particolare, ideato nel 2020, è stato avviato dalla Unità operativa Servizi al cittadino, sotto la supervisione della dirigente Anastasia Ciarapica e della responsabile di posizione organizzativa Nicoletta Vinti, in collaborazione con l’ufficio Comunicazione-grafica, la Unità operativa Manutenzioni, con l’Area Governo del territorio e Smart City. Fondamentale l’apporto delle volontarie del Servizio Civile, Francesca Vadalà e Valentina Lenticchia. Sono state loro a spiegare che ora si punterà a creare vere e proprie “visite virtuali” del Cimitero Monumentale per valorizzarne appieno anche le ricchezze storico-artistiche.
Si punta, quindi, a implementare un archivio informatico “tematico” dei manufatti cimiteriali e dei personaggi storici, valorizzando il ricordo dei concittadini che, nelle varie epoche, si sono distinti per lo spirito patriottico o per l’apporto dato in ambito politico, artistico o culturale. La scelta è anzitutto caduta su chi ha svolto un ruolo attivo nella lotta al nazifascismo e, per tale motivo, viene ricordato nelle celebrazioni del XX Giugno (https://www.comune.perugia.it/pagine/memoria-digitale).
L’accesso al sito istituzionale del Comune, nella pagina con le informazioni di interesse, come detto, è possibile attraverso QRCode posizionati accanto alle sepolture, oltre che da computer. La storia del singolo personaggio storico, quando possibile, contiene riferimenti alle zone della città in cui ha vissuto o a statue e quadri che lo ritraggono. In tal modo, il visitatore del Cimitero monumentale sarà incentivato a scoprire anche altri luoghi di Perugia.
A breve la fruizione delle informazioni sarà possibile anche in formato audio.


stampaitalia 300x250