Logo EoF2020 tracciatoDal 29 agosto al 4 settembre un'esperienza di studio sul tema dei beni comuni
(UNWEB) ASSISI - Al via la prima International Summer School promossa da The Economy of Francesco in collaborazione con l'Università LUMSA. Per una settimana, dal 29 agosto al 4 settembre, la città di Gubbio ospiterà i lavori della scuola dal titolo Economics in the age of the Commons. Un'esperienza di formazione e studio sul tema dei beni comuni rivolta a giovani dottorandi e post-doc impegnati in EoF.


«Tornare, dopo un anno e mezzo, ad una scuola in presenza è per noi importante Anche se ancora non con tutti i Paesi come vorremmo – ha dichiarato il Prof. Luigino Bruni coordinatore scientifico di Economy of Francesco e uno dei docenti della Summer School di Gubbio. Speriamo che altre regioni del mondo si ispirino a Gubbio e ripetano in loco altre scuole residenziali EoF. Le scuole sono importanti, perché EoF è prima di tutto una nuova cultura, cioè uno sguardo diverso sull'economia e sul mondo».
La Summer School si svolgerà presso il nuovo polo di alta formazione della LUMSA, ex-palazzo seminario a San Martino. «Il bello per ogni idea e per ogni progetto viene nel momento in cui si passa dall'entusiasmo del primo inizio alla fatica ma anche alla gioia della costruzione e dello sviluppo operativo – ha sottolineato il rettore della LUMSA, Prof. Francesco Bonini -. La Lumsa, con la città e la diocesi di Gubbio, è molto lieta di supportare con questa e altre iniziative The Economy of Francesco, che peraltro fin dall'inizio vede protagonisti nostri autorevoli docenti e brillanti dottorandi. Per cominciare a cambiare davvero le cose e farlo insieme. Soprattutto quest'estate, così da contribuire ad orientare al meglio quella ripartenza che tutti noi vogliamo».
Oltre a Luigino Bruni, le lezioni saranno tenute dal Prof. Matteo Rizzolli, docente della Lumsa, e della Prof.ssa Alessandra Smerilli, Università Auxilium e nuovo sottosegretario al Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, con la collaborazione di sei giovani ricercatori: Paolo Santori, Valentina Rotondi, Bernat Sellarès, Olena Komisarenko, Plinio Limata e Giorgia Nigri.
Previste anche lezioni online di Flavio Comim e Sabina Alkine e le Lectio Magistralis, sempre in streaming, di Joseph Stiglitz e Robert Frank.
Il più grande cambiamento della società globalizzata e post-moderna ha proprio a che fare con il tema dei beni comuni. Oggi la qualità dello sviluppo dei popoli e della Terra dipende sicuramente dai classici beni privati ma molto più da beni (o mali) comuni come i gas serra, lo sfruttamento delle risorse naturali o lo stock di fiducia dei mercati finanziari da cui dipendono poi anche i beni privati. Ripensare l'economia a partire dai commons è la sfida su cui i giovani di The Economy of Francesco stanno riflettendo impegnati già da marzo in un ciclo formativo online.
Per maggiori informazioni e per iscriversi francescoeconomy.org
Lo ha reso noto il direttore della struttura informativa dell'evento, padre Enzo Fortunato.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information