polizia(ASI) Spoleto - Un lungo elenco che sembra non voler terminare quello degli eventi criminali che si stanno verificando negli ultimi giorni a Spoleto. Appartamenti, negozi e persone sono stati presi di mira dai malviventi generando un ondata di furti che sta mettendo in ginocchio l'intera città, non bastano i controlli da parte delle forze dell'ordine che si stanno adoperando per riportare la serenità tra i cittadini.

Nei negozi
Le attività commerciali sono state prese di mira durante la notte, per di più negozi di abbigliamento, i malviventi hanno sottratto merci e denaro. Una parafarmacia in una popolosa frazione è stata rapinata addirittura in pieno giorno.


Nelle case
Le abitazioni sono le mete preferite in qualsiasi orario di giorno o di notte. Si tratta di furti-lampo , avvenuti nel giro di dieci minuti. I ladri si sono introdotti velocemente in appartamento sottraendo per lo più gioielli e vestiti femminili, non sono stati toccati oggetti di valore tipo computer e tablet ma preziosi di facile rivendita. Trattandosi di veloci intrusioni in alcuni casi non sono bastati gli allarmi istallati a proteggere le abitazioni, in qualche occasione i malviventi sono riusciti in un minimo lasso di tempo a sottrarre piccole casseforti murate alle pareti. Per le intrusioni viene scelto qualsiasi orario, c'è chi è stato derubato intorno le 9:00 di mattina mentre era sotto la doccia , chi invece alle 17 mentre portava fuori il cane nel piazzale antistante la propria casa. Sembra che i malviventi studino le proprie "vittime" e i momenti giusti in cui intervenire, infatti nei giorni scorsi l'abitazione di una famiglia di noti ristoratori é stata svaligiata mentre i proprietari erano a lavoro.

Rapine in strada
É uno degli ultimi fatti avvenuti che ha lasciato ancora una volta a bocca aperta la popolazione. Il responsabile di un noto supermercato della prima periferia insieme ad un suo collaboratore é stato atteso fuori dal l'esercizio commerciale e una volta che i due sono saliti in macchina sono stati inseguiti e speronati dai malviventi armati che si sono fatti consegnare l'intero incasso dell'apertura domenicale. Il bottino é stato di circa 15.000 euro.

Tutto ciò avviene ormai da qualche mese e sta tenendo in apprensione gli abitanti di Spoleto , le sue frazioni e della zona che comprende Campello sul Clitunno e Trevi anch'essa tristemente interessata. I cittadini chiedono l'intensificarsi dei controlli e qualcuno sta addirittura pensando di organizzare delle ronde per tenere sotto controllo la situazione che sta sempre di più preoccupando l'intera cittadinanza.

Fabio Gasparri - Agenzia Stampa Italia


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information