IMG 4851(ASI)– Permetterà agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di fruire, in forma agevolata, di una serie di servizi territoriali in aggiunta alle opportunità nazionali e internazionali, la Carta "IOStudio-Carta dello Studente. Edizione speciale Regione Umbria": stamani a Perugia, nella sede della Giunta regionale di Palazzo Donini, è stato firmato l'accordo quadro per l'avvio del progetto tra Regione Umbria, in qualità di promotrice dell'iniziativa, il Ministero dell'Istruzione, l'Ufficio scolastico regionale per l'Umbria, Unioncamere Umbria, con funzioni di supporto e promozione, Anci Umbria, e Coordinamento regionale delle Consulte provinciali Studentesche dell'Umbria.

L'accordo è stato sottoscritto dalla vicepresidente e assessore all'Istruzione Carla Casciari, per la Regione Umbria, e dai rappresentanti degli altri soggetti coinvolti: Giorgio Mencaroni, per Unioncamere Umbria; Domenico Petruzzo per l'Ufficio scolastico regionale dell'Umbria; Riccardo Maraga per l'Anci regionale e Edoardo Gentili, presidente Consulta provinciale studenti di Perugia. In rappresentanza del Miur era presente Miriam Lucantoni della Direzione generale per lo studente.
"In seguito all'accordo – ha detto la vicepresidente Casciari - la Carta "IO Studio. Edizione speciale Umbria" sarà arricchita di nuove funzioni rispetto alla carta nazionale promossa dal Ministero dell'Istruzione e intende fornire agli studenti e alle loro famiglie una serie di agevolazioni anche nelle più piccole realtà territoriali, attivando convenzioni sulla base delle specifiche esigenze del territorio. La Carta Edizione Umbria – ha aggiunto – è nata su sollecitazione della Consulta degli studenti che ha avuto un ruolo attivo e importante in tutto il percorso che ci ha portato oggi a siglare il documento".
La vicepresidente dopo aver ricordato in breve che la Carta "IO Studio" è emessa sulla base di un'apposita convenzione stipulata con il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca (MIUR)ed è distribuita direttamente dalle scuole agli studenti iscritti alle secondarie di secondo grado statali di Italia e paritarie", ha riferito che "si tratta di uno strumento che permette ai giovani di poter accedere con agevolazioni ai circuiti della cultura e dei servizi in generale, compresi i trasporti. Vista la fascia d'età a cui è rivolta ci è sembrato giusto allargare i vantaggi anche ai circuiti locali".
"La Regione – ha concluso la vicepresidente – in seguito alla firma dell'accordo, si impegnerà a promuovere una campagna di comunicazione e ad attivare il percorso per allargare l'accordo anche alle università".
Il presidente di Unioncamere Umbria, Giorgio Mencaroni, ha precisato che al progetto potranno aderire tutte le imprese del territorio, presentando apposita domanda e specificando ciascuna la propria offerta rivolta ai giovani.
Mencaroni ha "espresso soddisfazione per la condivisione di un sistema unitario regionale che ha portato alla firma dell'accordo che si spera, di estendere presto agli studenti universitari, anche come forma di attenzione nei confronti di questi giovani che si fermano per lunghi periodi nel nostro territorio".
Domenico Petruzzo dell'Ufficio scolastico regionale dell'Umbria, ha precisato che "l'Usr si impegnerà a fare da raccordo con le scuole per dare ampia diffusione della Carta e per realizzare il monitoraggio della sua effettiva consegna agli studenti".
"L'Anci – ha detto Riccardo Maraga - si impegnerà a uniformare le Carte Giovani già sperimentate sul territorio con la IOStudio e a promuovere nei singoli Comuni la stipula di accordi per lo sviluppo di una rete efficiente di servizi territoriali commerciali e culturali, in linea con le politiche già avviate".
Il presidente uscente del Coordinamento regionale degli studenti, Tito Antonuccio, ha posto l'accento sulla necessità evidenziata dagli studenti di avere a disposizione uno strumento con agevolazioni a livello territoriale relative, non solo a svago e tempo libero, ma ad attività realmente utili anche per lo studio, come sconti per materiale scolastico.
In conclusione la rappresentante del Miur, Miriam Lucantoni, ha riferito che "IOStudio Carta dello Studente. Edizione speciale Regione Umbria", rappresenta in assoluto la prima sperimentazione regionale del progetto avviato dal Ministero.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information