faggio(UNWEB) Vi proponiamo la poesia 'A te mamma' del giovane lettore del giornale Federico Bogna.

La regina madre dei faggi

Spicchi tu,

regina madre dei faggi cantando vai lassù al Montecucco.

Col tuo possente arbusto argentato,

e con i tuoi rami che spuntano fuori come linfa color porpora.

Le tue foglierelline color rosso papavero,

incantano tutti gli esseri viventi.

E’ tutta una pace dei sensi;

Lassù tutto si muove come una perfetta simbiosi mistica.

Mi stendo nel faggeto;

Ed assaggio il profumo della vita e della libertà…

Iraggi di sole bucano quella bionda perfetta corolla.

Ed il venticello mi arriva ai polmoni. Ti amo natura,

principessa dell’ arte.

Federico Bogna

 

 

 

 

*Fonte foto: Malene Thyssen / CC BY-SA (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/)


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information