ae9ab875 3e03 4aae 9a4d b07a2c8badb9Domenica 11 Ottobre, ore 17 - Terrazza Accorimboni, Rasiglia (PG)



(UNWEB)  Perugia. Che l’Italia sia il Paese con il maggior numero di siti UNESCO al mondo, è cosa nota; ed è altrettanto noto quanto il nostro patrimonio artistico sia quella ‘recondita armonia di bellezze diverse’ in perfetto, raro ed ineguagliabile dialogo tra siti culturali e siti ambientali, dove risulta effettivamente difficile considerare l’arte indipendentemente dal suo contesto.

E siamo tutti ben consapevoli, ormai, di come sublimi bellezze - testimoni di civiltà, stili e esperienze che ci è dato di poter ammirare, tutelare e trasmettere - non siano confinate in un Olimpo remoto, ma vivano piuttosto ogni giorno tra di noi, con noi condividendo storia e storie, geografie e tradizioni. Una consapevolezza, questa, che non esclude tuttavia la sorpresa e l’emozione vivida di una scoperta sempre nuova. Da questa appassionata certezza, nasce la rassegna Paesaggi Sonori, ideata da UmbriaEnsemble in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, con il contributo di MIBACT, Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno e Comune di Otricoli, e con il sostegno logistico di Sistema Museo, CoopCulture, Comune di Foligno e Associazione Rasiglia e le sue Sorgenti.

Una rassegna articolata in tre appuntamenti che disegnano altrettanti Paesaggi Sonori attraverso un filo narrativo musicale ispirato alla storia e all’identità del sito che ospita il Concerto. Il più antico e poetico simbolo di vita e di rinascita - l’acqua - dà l’avvio alla rassegna a Rasiglia, suggestivo borgo sospeso tra le pietre delle sue mura e l’acqua delle sue sorgenti, canali, e piscine che la attraversano come una minuscola Venezia degli Appennini.

Domenica 11 Ottobre, con inizio dalle ore 17, dopo una visita guidata del borgo antico, a cura della Soprintendenza, UmbriaEnsemble (Augusta Giraldi, Arpa; Fabio Angelo Colajanni, Flauto; Luca Ranieri, Viola; M. Cecilia Berioli, Violoncello) inaugurerà sulla terrazza Accorimboni, sopra uno specchio d’acqua, la rassegna con un Concerto originale, tutto dedicato all’acqua, che nel titolo vuole essere una citazione del capolavoro lisztiano dedicato al prezioso elemento naturale: Giochi d’Acqua per far risuonare, attraverso il classicismo di Schubert, il romanticismo di Elgar e Saint-Saëns ed il fiabesco Novecento di Ibert, Carbajo e - su tutti - Debussy, la Musica nelle diverse espressioni che l’acqua ispira.

L’intera rassegna Paesaggi Sonori rientra nel piano di valorizzazione 2020 della Soprintendenza. Gli spettacoli sono tutti ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria al numero 075 5741230. Al termine del Concerto, sarà offerto agli ospiti un aperitivo. In caso di maltempo, il Concerto si terrà nell’attigua Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo.


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information