79370246 2569784016591954 68290757395480576 o(UNWEB) Perugia. “La denuncia della dirigente scolastica di Norcia Rossella Tonti non deve cadere nel vuoto, la Provincia di Perugia si attivi immediatamente per chiarire se ci sono ritardi e quali sono le criticità da rimuovere al più presto”. Così in una nota la consigliera regionale Donatella Porzi (Pd).

“La Valnerina, colpita duramente dal terremoto, sta già subendo – evidenzia Porzi - gravi ed inaccettabili ritardi legislativi che addirittura impediscono la semplice rimozione delle macerie. La situazione è già grave, precaria e disagiata. Non è tollerabile proseguire ad oltranza con le classi collettive in container provvisori riadattati. La Provincia di Perugia, fin dai primi momenti della sequenza sismica, ha dimostrato sensibilità e prontezza nel fare fronte alla fase emergenziale. Ora occorre un ulteriore salto di qualità nel controllare la regolare esecuzione del contratto di appalto sottoscritto con la ditta costruttrice e il rispetto rigoroso del cronoprogramma presentato. In altre parti della Regione, penso alla scuola media Carducci di Foligno, la ditta esecutrice - continua il consigliere regionale - ha rispettato i tempi grazie all’impiego di numerose e competenti maestranze. La Dirigente scolastica presto si recherà a Roma nella speranza di essere ricevuta dal Governo per rappresentare l’importanza del rispetto degli impegni e garantire ai suoi ragazzi una struttura adeguata. Come consiglieri di opposizione – aggiunge - offriamo il massimo supporto nel sollecitare il rispetto dei tempi di consegna e, essendo l’edilizia scolastica materia delegata della Regione, se necessario convocheremo in audizione presso il Comitato di controllo la Dirigente scolastica, la ditta esecutrice e i rappresentanti della Provincia di Perugia al fine di evidenziare eventuali criticità ed individuare contestualmente le soluzioni. Anche gli studenti della Valnerina hanno il pieno diritto di rientrare al più presto in un ambiente adeguato. La Valnerina – conclude Porzi - ha bisogno dei propri abitanti e dei propri studenti per bloccare e, se possibile, invertire la tendenza allo spopolamento che una terra in sofferenza sta subendo. Spero che le sollecitazioni della Dirigente scolastica, recentemente premiata con un alto riconoscimento dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, producano gli effetti positivi che tutti noi ci attendiamo”.


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information