100624985 2707705556133132 5390448509285564416 oL'Assemblea legislativa dell'Umbria, su proposta del consigliere Francesca Peppucci (Lega) ha deciso di portare  in Commissione (11 voti favorevoli e 6 contrari), per approfondimenti ed audizioni con i diretti interessati, una mozione di Michele Bettarelli (Pd) che mirava ad impegnare la Giunta per “azioni di sostegno all'eccellenza ceramica umbra, centro del sistema ceramico italiano”.

 

(UNWEB) Perugia,   L'Assemblea legislativa dell'Umbria, su proposta del consigliere Francesca Peppucci (Lega) ha deciso di portare  in Commissione (11 voti favorevoli e 6 contrari), per approfondimenti ed audizioni con i diretti interessati, una mozione di Michele Bettarelli (Pd) che mirava ad impegnare la Giunta per “azioni di sostegno all'eccellenza ceramica umbra, centro del sistema ceramico italiano”.

Dopo l’illustrazione dell’atto da parte del proponente e l’intervento di Peppucci si è sviluppato un dibattito in Aula tra i banchi della maggioranza e quelli della minoranza rispetto all’opportunità (chiesta da alcuni consiglieri della minoranza) di aprire comunque una discussione in Aula sull’atto. Proposta che non ha comunque trovato accoglienza.

Nell’illustrazione dell’atto, BETTARELLI ha rimarcato come quello della Ceramica è un argomento “identitario dell’Umbria ed è pertanto necessaria una visione d’insieme per impegnare la Regione a sostenere le città umbre che fanno parte di questa rete”.
“L’Umbria – ha ricordato Bettarelli -, dopo la Campania, è la seconda regione assieme alla Sicilia con il maggior numero di città, cinque quelle riconosciute (Gubbio, Gualdo, Orvieto, Deruta, Città di Castello), una la cui domanda è in fase di approvazione (Umbertide). È importantissimo sostenere e far rete con Associazioni nazionali e regionali, definire una strategia in grado di mettere a disposizione strumenti per consentire alle realtà economiche di rendere la propria arte alla base dell’impresa e in linea con la ripresa del mercato; definire una strategia di marketing condivisa e di ampio respiro che possa garantire un ritorno in termini di flussi turistici”.

Alla Giunta  regionale, attraverso la mozione, Bettarelli chiede dunque di “sostenere e promuovere associazioni come quella Nazionale Città della Ceramica e la Strada della Ceramica che valorizzano la storia, la tradizione, la cultura Parte e il tessuto artigiano della nostra regione con una progettualità condivisa e di ampio respiro a livello regionale, nazionale ed europeo. Ma dovrebbe anche supportare economicamente, nel rispetto della normativa, tali realtà associative anche attraverso il sostegno a campagne di comunicazione, mostre, partecipazione a grandi eventi e organizzazione di eventi e iniziative all’interno del territorio regionale affinché il settore ceramico possa prosperare nell’ambiente globale contemporaneo e divenire traino nel marketing territoriale e nello sviluppo economico delle città di antica tradizione ceramica e dell’intera Regione. Inoltre la Giunta dovrebbe istituire un fondo per sostenere anche economicamente queste iniziative ed in particolar modo la costruzione della rete della ceramica umbra”.

Francesca PEPPUCCI (Lega), nel suo intervento, ha definito il tema “particolarmente importante per l’Umbria. La ceramica rappresenta una vera e propria risorsa identitaria  del territorio in grado di coniugare valori, storia, cultura e bellezza. Un tema fondamentale, prima interessato dalla crisi economica ed oggi ulteriormente colpito dall’evento del coronavirus. Il comparto della ceramica, insieme a tanti altri settori, sta soffrendo la situazione. Le piccole imprese artigiane operanti nel settore della ceramica dovranno riguadagnare la propria fetta di mercato e si troveranno ad affrontare un’ulteriore difficoltà. Da parte delle istituzioni è necessaria un’azione concreta in grado di non lasciare sole intere famiglie che vivono grazie a questo. Nel comune di Deruta sono circa 200 le imprese piccole e piccolissime che operano in questo settore e l’economia ruota per l’80 per cento intorno ad esso. Alla luce di ciò non possiamo rimanere fermi. 

Il consigliere della Lega ha ricordato che “già dal mese di maggio gli assessori Fioroni ed Agabiti hanno incontrato i Sindaci della Strada della ceramica ritenendo importante istituire una task force proprio per promuovere la ceramica umbra e quindi il territorio in generale. Rispetto al turismo e alla valorizzazione delle realtà, ci sono Comuni che stanno attuando forme di turismo esperenziale in grado di far calare la persona all’interno dell’attività della  ceramica. Quindi, come Assemblea legislativa dobbiamo capire come possiamo andare incontro a queste iniziative. Nel documento non viene citata la fiscalità. Non si può soltanto pensare ad istituire un fondo regionale per promuovere progetti, ma è necessaria una politica fiscale che a livello nazionale possa supportare il comparto così che le imprese artigiane possano competere sul mercato nazionale ed internazionale. Altra questione è la tutela del Liceo artistico di Deruta che permette la lavorazione della ceramica artistica e del restauro. Una presenza fondamentale per il territorio.  Importantissimo è il corso iniziato dal sindaco di Deruta per il riconoscimento della ceramica artistica come patrimonio immateriale dell’Unesco. Riconoscimento che, se concesso, sarebbe importante per l’intera Umbria. Anche in questo caso vanno fatte le dovute valutazioni su come essere di supporto a questa iniziativa. Si tratta ovviamente di considerazioni che hanno bisogno di approfondimento con i soggetti interessati e le istituzioni. Per questo è auspicabile che l’atto possa essere approfondito in Commissione”.


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information