renda1(UNWEB) Perugia. "Grande soddisfazione per l’approvazione unanime dell’ordine del giorno sul bullismo e cyber bullismo, proprio oggi che inizia ufficialmente l’anno scolastico in un momento di grande difficoltà a causa del virus pandemico.

Ho deciso di presentare questo ordine del giorno in continuità con il lavoro parlamentare svolto dall’On. Adriana Galgano, Presidente di BLU. Ho collaborato per la redazione della proposta con due esperte Michela Angeletti e Beatrice Ricciardi. Il “bullismo e cyberbullismo sono fenomeni sociali che, alla luce delle ultime ricerche Istat interessano sempre più i nostri ragazzi/e in qualità di vittime, testimoni o soggetti attivi; che in Italia, un ragazzino su due è vittima di episodi di bullismo e l’età a rischio è quella compresa fra gli 11 e i 17 anni, anche se il periodo più critico risulta essere quello fra gli 11 e i 13 anni; che dai dati Istat emerge che nel 2014 poco più del 50% dei ragazzi ha subito qualche episodio offensivo, non rispettoso o violento e nel 9,1% dei casi tali atti si sono ripetuti ogni settimana; che a subire costantemente comportamenti offensivi, non rispettosi o violenti sono stati nel 22,5% dei casi i ragazzini fra gli 11 e i 13 anni e nel 17,9% dei casi gli adolescenti fra i 14 e i 17 anni; che dai dati sul cyberbullismo emerge che su 354 denunce di minori trattate nel 2017 dalla Polizia Postale, 59 riguardano la diffusione di materiale pedopornografico e 116 sono casi riguardanti ingiurie, molestie e minacce. Con la Conigliera Tizi firmataria con me del documento finale sottoposto prima alla commissione e poi al consiglio abbiamo svolto in sede di commissione un grande lavoro di approfondimento prima di redigere il testo finale che vede il Comune di Perugia protagonista in un attività di coordinamento fra tutti gli attori coinvolti per un’ attività fondamentale di prevenzione a questo fenomeno in continuo mutamento. Inoltre, è prevista anche una misura di recupero del bullo che deve essere reintegrato nella società con nuovi modelli comportamentali. Concludo con una frase di Martin Luther King : “Ciò che spaventa non è la violenza dei cattivi , ma l’indifferenza dei buoni”. "

Così, in una nota,la consigliera del Comune di Perugia Francesca Renda. (BLU)

 


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information