Da sinistra Gianfranco Chiacchieroni Stefano Vinti Marco Piccioni 1Presentate a San Sisto di Perugia le politiche abitative attivate della Regione Umbria
Da Gepafin 560 pratiche per 36 milioni di euro di garanzie. In arrivo oltre 200 case popolari

(ASI) Perugia– "Sul fronte Mutui garantiti prima casa, dal 2007 ad oggi sono circa 560 le pratiche istruite e deliberate, per un totale di circa 36 milioni di euro di garanzie rilasciate". A fornire questi dati è stato Marco Piccioni dell'area promozioni commerciali di Gepafin in occasione dell'incontro pubblico con il quale, mercoledì 26 novembre, a San Sisto di Perugia, Stefano Vinti e Gianfranco Chiacchieroni, rispettivamente assessore alle politiche abitative e presidente della II Commissione consiliare della Regione Umbria, hanno presentato alla cittadinanza le misure attive messe in campo dall'ente regionale per far fronte all'emergenza casa. "Sono numeri importanti – ha detto Piccioni – che dimostrano il successo che tale iniziativa ha riscontrato". La convenzione stipulata tra Regione Umbria, società finanziaria Gepafin e banche convenzionate consente, a chi ne fa richiesta, di avere tassi di interesse calmierati sui mutui ipotecari contratti per l'acquisto della prima casa e una garanzia Gepafin per 25 anni. "Garantiamo – ha aggiunto Piccioni – il 90 per cento del mutuo concesso dalla banca. Ovviamente l'intervento è possibile per l'acquisto di case in categorie catastali A2 ed è escluso per la costruzione di nuovi alloggi. Questo perché vogliamo smaltire il grande numero di appartamenti invenduti". Per accedere a questa misura il nucleo parentale non deve essere proprietario o comproprietario di altre case e il reddito complessivo non deve superare, come valore Isee, i 28mila euro annui. Bisogna avere, inoltre, la cittadinanza italiana e la residenza o l'attività lavorativa in Umbria da almeno due anni.
Oltre a questo intervento sono attivi anche altri bandi con cui la Regione Umbria concede bonus a fondo perduto per l'acquisto della prima casa a giovani coppie e a single. Nel primo caso, fino al 9 dicembre, c'è la possibilità di vedersi erogati contributi fino a un massimo di 40mila euro (nel caso di un alloggio acquistato nei centri storici di Perugia e Terni). Vi possono accedere coppie che non superino i 40 anni di età. Per i single invece i contributi arrivano a un massimo di 27mila euro (sempre per appartamenti nei centri storici dei due capoluoghi). Potranno essere richiesti da persone che vivono da sole, di età superiore a 30 anni o che compiano il 30esimo anno di età nel 2014. Si deve essere titolari di un reddito, mentre l'Isee 2014, calcolato sulla base dei redditi 2013 e della situazione patrimoniale al 31 dicembre 2013, dovrà essere compreso tra i 7mila ed i 18mila euro. "Abbiamo anche messo in campo – ha detto Vinti – interventi importanti e significativi per l'acquisizione di nuovi appartamenti da destinare al canone sociale, da consegnare ai Comuni. Stiamo inoltre investendo per mettere in agibilità gli appartamenti pubblici che in questo momento sono sfitti e non utilizzati in quanto necessitano di manutenzione. Dal Governo non arrivano risorse ma la Giunta regionale sta facendo un grande sforzo per far sì che entro alcune settimane siano disponibili nella nostra regione ulteriori 200, 250 appartamenti".

Da sinistra Gianfranco Chiacchieroni Stefano Vinti Marco Piccioni 1

 


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information