30rugbygubbioGUBBIO – Un antico proverbio cinese dice che “anche il viaggio più lungo comincia con il primo passo”.

30 anni fa muoveva ufficialmente il proprio primo passo quella che sarebbe rimasta da allora l’unica realtà associativa sul territorio eugubino ad occuparsi volontariamente della disciplina rugbistica, ovvero l’Asd Rugby Gubbio 1984. 30 candeline che verranno simbolicamente spente nel cuore della città, ovvero nella Sala dell’Arengo del Palazzo dei Consoli, per festeggiare, dalle 18 e 30 in poi, un traguardo importante assieme a tutta la cittadinanza. Per l’occasione verrà presentata la nuova divisa della stagione sportiva 2014/2015 che sarà indossata da tutte le categorie societarie, insieme alle tante novità riguardanti l’intero movimento del Rugby Gubbio.

Un traguardo di un viaggio che continua su nuove strade, ma sempre con indosso le prime scarpe: molte cose sono cambiate dal 1984 ma allo stesso tempo molte cose sono rimaste le stesse. Alla crescita e allo sviluppo costante nel tempo della società in tutte le sue componenti, da quelle sportive a quelle societarie, non è mai venuto meno lo spirito e la passione da cui tutto nacque. Uno spirito volto alla promozione dei valori sportivi come stimolo di aggregazione, di condivisione  e di crescita sociale, che potesse valicare i confini del rettangolo di gioco e costituire un riferimento per tutti, uomini e donne, ragazzi e ragazze, giovani e meno giovani, atleti e appassionati.

Una bussola di valori che ha sin dall’inizio dettato la rotta delle iniziative e dell’agire societario: il Rugby Gubbio si è impegnato così, perché parte stessa del suo DNA, a ideare, realizzare e sostenere progetti di impegno sociale. Da quasi 10 anni le divise da gioco societarie portano stampati i loghi delle associazioni o organizzazioni di impegno sociale di cui si sposi la causa, dall’AVIS alla Fondazione Italiana Fibrosi Cistica, da Terracomunica al 1522 contro la violenza sulle donne. Altro impegno distintivo è costituito dal sostegno alle iniziative dell’associazione K/T per la promozione dello sport paralimpico, di cui alcuni membri societari sono stati suoi cofondatori e promotori. Tutto questo abbinato alle tante iniziative di sensibilizzazione alla cultura dello sport, alle manifestazioni ed alle feste che hanno animato e animano il tessuto sociale cittadino, volendone costituire suo stimolo e primo collante.

A beneficiare di tutta questa attività sono stati poi anche i risultati sportivi. Senza fretta ed aspettative di risultati, I Lupi eugubini sono arrivati a sfiorare lo scorso campionato la promozione nella Serie B rugbistica, guadagnandosi nel tempo il rispetto di società storiche e blasonate del panorama nazionale. L’orgoglio più grande è rappresentato però dalla continua crescita del settore giovanile societario maschile e femminile, che ha visto coniugare nel tempo la passione dei tecnici eugubini con l’esperienza di allenatori e preparatori provenienti anche da grandi tradizioni rugbistiche nazionali ed internazionali (ultimo esempio è Davide Pavanello, proveniente dal Cus Verona Rugby), crescendo insieme ai propri iscritti, dal Minirugby fino all’Under18, e formando prima che gli atleti, gli uomini e le donne su cui costruire il proprio futuro.

Il desiderio espresso al soffio delle candeline sarà dunque quello di proseguire il cammino di sviluppo attraverso i tanti progetti che l’Asd Rugby Gubbio intende portare avanti fino al compimento nel prossimo futuro, tra cui il “Rugby Gubbio Life” e la promozione di un gemellaggio con l’emisfero sud. Senza dimenticarsi mai del proprio territorio, con iniziative di sviluppo ed avvicinamento alla pratica rugbistica in tutto il comprensorio, e soprattutto la riqualificazione dell’impianto sportivo casalingo in località Coppiolo: la casa dell’ovale rossoblu sarà totalmente ripensata, con l’aggiunta di una palestra coperta e della Club House direttamente nei pressi del campo da gioco. Il tutto dal lavoro volontario, dalla passione e da quello spirito di squadra che hanno permesso di arrivare a festeggiare trent’anni di Rugby Gubbio.

Prima dei festeggiamenti spazio però al campo, con il quindici rossoblu che riprenderà nello stesso giorno il proprio cammino nel campionato di Serie C- Girone F di rugby dopo le due settimane di sosta. Avversario dei Lupi sarà la Florentia, ospite del match casalingo che prenderà il via dalle ore 14 e 30 al campo del Coppiolo.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information