Scuola idrovolanti San FelicianoSan Feliciano tra i siti importanti nella storia del volo del territorio lacustre. Nasce qui la prima scuola per idrovolanti

(UNWEB) MAGIONE  – San Feliciano, Magione, tra i siti importanti nella storia del volo del territorio lacustre. Sorse qui, infatti, nel 1914 la prima scuola per piloti di idrovolanti d'Italia. Per l'occasione dal 5 al 7 marzo di quell'anno si svolsero grandi manifestazioni con l'esibizione dei migliori piloti dell'epoca. La baronessa Danzetta fu la prima donna passeggera e, come fuori programma, il grande pilota belga Fisher e il tenente Anselmo Cesaroni, ideatore e primo direttore della scuola, salirono in un aereo per una particolare cacciata alle folaghe.

Per questo particolare legame storico, oltre alla presenza anche nel territorio comunale di molte opere del pittore futurista Gerardo Dottori e dell'aviosuperficie di Montemelino, che il consiglio comunale di Magione ha votato all'unanimità la mozione di adesione alla neo costituenda Associazione "Città dell'Aria" allo scopo di valorizzare e promuovere la cultura del volo e dell'avioturismo su proposta del gruppo di minoranza e integrata con proposte della maggioranza.

L'idea prende avvio dalla legge quadro per la valorizzazione e la promozione del volo da diporto e sportivo e dell'avioturismo a prima firma del senatore Luca Briziarelli sottoscritta da parlamentari di tutti i gruppi politici.

Il disegno di legge recepisce per la prima volta le indicazioni e le proposte di tutti coloro che a vario titolo vivono e lavorano nel mondo del volo, e prevede, in particolare, l'istituzione della "Giornata nazionale del Volo", per la quale è stato individuato il 19 aprile, data del primo volo in Italia dei Fratelli Wright nel 1909, nonché la volontà di promuovere la cultura del volo attraverso la collaborazione con le Istituzioni, gli Enti pubblici e le associazioni con tali finalità quali l'Aereo club d'Italia e la costituenda associazione "Città dell'aria".

"Il Comune di Magione è legato per storia e tradizione alla realtà aeronautica – fa sapere il presidente del consiglio comunale Daniele Raspati che si è occupato delle integrazioni alla mozione presentata dalla consigliera di minoranza Michela Alvisi –. e tramite la costituenda associazione, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Passignano sul Trasimeno e Castiglione del Lago ed il coinvolgimento dell'Associazione Arma Aeronautica e dell'Aeroclub Trasimeno, intendiamo impegnarci per valorizzare questo importante patrimonio."


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information