Municipio e largo Garibaldi(UNWEB) Tra le misure, oltre alla riduzione di un grado di temperatura massima dei riscaldamenti negli edifici, ci sono 45 minuti in meno di accensione giornaliera dell’illuminazione pubblica e lo spegnimento dell’illuminazione di monumenti, facciate degli edifici pubblici e torri civiche

Il Comune di Marsciano ha disposto, con una ordinanza, alcune misure per il contenimento dei consumi energetici. Vengono in questo modo recepite anche le indicazioni della Commissione Europea e dello stesso Piano nazionale di contenimento dei consumi di gas pubblicato dal Ministero per la Transizione ecologica.
“Siamo tutti consapevoli – afferma il sindaco Francesca Mele – di vivere un momento storico che impone dei cambiamenti nelle nostre abitudini, anche quotidiane, al fine di contenere quello che è un aumento molto forte dei costi sostenuti per i consumi elettrici, di gas e per la mobilità. Costi che hanno un grave impatto per le famiglie, per le imprese e per la stessa pubblica amministrazione, che pure deve fare i conti con questi aumenti. Le misure che il Comune ha adottato, in linea con quelle che sono le richieste che arrivano dallo Stato e dall’Europa, richiedono certamente dei piccoli sacrifici che sono tuttavia transitori e vanno a vantaggio di chi li pone in essere come di tutta la comunità. Confido che sapremo essere tutti responsabili e capaci di mettere in atto i necessari comportamenti virtuosi per la stagione invernale che si aspetta”.

Queste le misure adottate dall’Ente:
Riduzione di un grado della temperatura massima degli ambienti interni, che quindi dovrà essere così articolata: 17°C +/- 2°C di tolleranza per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili; 19°C +/- 2°C di tolleranza per tutti gli altri edifici (sono fatte salve le esigenze di utenze sensibili quali ospedali, residenze protette ecc.).
Anticipo di 30 minuti per lo spegnimento mattutino, e ritardo di 15 minuti per l’accensione serale di tutti i punti luce della pubblica illuminazione dislocati sul territorio comunale, fatte salve eventuali situazioni di pubblica sicurezza demandate agli Uffici competenti.
Spegnimento in orario notturno, dopo le ore 02.00, degli impianti di pubblica illuminazione all’interno dei principali parchi pubblici e relativi percorsi pedonali annessi (gli orari potranno variare dopo un primo periodo di sperimentazione e verifica delle reali esigenze).
Spegnimento dell’illuminazione di monumenti, facciate degli edifici pubblici e delle torri civiche.
Organizzazione di attività informative e di controllo, finalizzate alla riduzione dei consumi di energia elettrica e gas da riscaldamento negli immobili comunali, nelle scuole e nelle palestre.
Predisposizione di una campagna di sensibilizzazione al fine di suggerire comportamenti virtuosi volti a limitare il consumo di energia con riduzione dei costi di bolletta degli utenti e impatti positivi anche sull’ambiente.

Contestualmente, e proprio in virtù di una azione di sensibilizzazione rivolta alla popolazione, l’Ente invita tutti i cittadini ad adottare comportamenti consapevoli e intelligenti nel consumo di gas e di energia elettrica, tra cui, a titolo esemplificativo, la riduzione della temperatura e della durata delle docce, l’utilizzo anche per il riscaldamento invernale delle pompe di calore elettriche usate per il condizionamento estivo, l’abbassamento del fuoco dopo l’ebollizione e la riduzione del tempo di accensione del forno, l’utilizzo di lavastoviglie e lavatrici a pieno carico, il distacco della spina di alimentazione di elettrodomestici quando non in funzione, lo spegnimento o l’inserimento della funzione a basso consumo del frigorifero quando in vacanza, la riduzione delle ore di accensione delle lampadine.


stampaitalia 300x250