tesei visita molini popolari riuniti 3"Una delle aziende più importanti dell'Umbria che ha saputo resistere alla pandemia anche con un incremento della propria attività"

(UNWEB) – Umbertide, – É ripreso il programma delle visite alle aziende della presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, che venerdì 9 luglio si è recata a Umbertide nella sede della società cooperativa agricola Molini Popolari Riuniti (Mpr). Un'azienda che opera principalmente nei settori mangimistico, molitorio, della panificazione e servizi all'agricoltura, con 3.500 soci circa e più di 200 dipendenti, a cui si aggiungono collaboratori e agenti, 80 milioni di euro di fatturato e presenza commerciale in sei regioni italiane ovvero Umbria, Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo ed Emilia-Romagna.

Ad accogliere la presidente Tesei, dapprima nella sede di via della Repubblica, poi nell'impianto di panificazione di Madonna del Moro e in quello mangimistico di Pierantonio, sono stati Dino Ricci ed Edoardo Bartoccini, rispettivamente presidente e vice presidente di Mpr, i direttori d'area Paolo Minelli e Giancarlo Mancini, e il sindaco di Umbertide, Luca Carizia.

"È la prima azienda che visito dopo il lockdown – ha detto Tesei. È sicuramente una delle più importanti dell'Umbria, che ha saputo resistere alla pandemia incrementando la propria attività produttiva. Un'azienda che dà occupazione qualificata a tantissime persone e che porta avanti progetti di filiera, un aspetto che come Regione sosteniamo pienamente. Da parte nostra c'è quindi disponibilità assoluta a condividere percorsi e portarli avanti".

"L'incontro odierno – ha proseguito Ricci – è stato l'occasione per presentare la nostra cooperativa, l'attività che svolgiamo, i risultati ottenuti, i settori nei quali operiamo e gli obiettivi di crescita. Nei prossimi tre anni investiremo circa 11-12 milioni di euro, anche per completare il processo di delocalizzazione, poiché l'area di via della Repubblica è stata ceduta. Questo ci consente di liberare risorse da destinare come mezzi propri agli investimenti. Insieme a queste risorse ci saranno quelle del Psr e del sistema bancario che andranno a sostenere, appunto, il piano di investimenti". "Teniamo conto che Mpr – ha concluso Ricci – è una delle realtà che in questo anno e mezzo di pandemia e crisi economica è riuscita comunque a crescere in termini di attività, occupazione e risultati economici, un dato in controtendenza. La crisi economica drammatica causata dalla pandemia in alcuni settori può presentare al suo interno opportunità che dovremo avere la capacità di cogliere".

Soddisfazione per i risultati economici conseguiti è stata espressa dal sindaco Luca Carizia, il quale ha auspicato che "gli obiettivi di crescita annunciati possano essere conseguiti, considerando la Molini Popolari Riuniti una delle realtà più significative del territorio".

"Il mondo della cooperazione Legacoop – ha dichiarato infine Ricci – di cui la Molini Popolari Riuniti è una realtà importante, è stato e sarà sempre disponibile al confronto con le istituzioni tutte con i propri valori e principi non negoziabili, a prescindere da chi le rappresenta".


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information