Paparelli(ASI) "Accrescere la competitività delle imprese commerciali e artigianali presenti nei centri storici di Perugia e Terni, attraverso investimenti innovativi, utili a rilanciare il settore grazie a progetti comuni che mettono insieme sinergie e potenzialità attrattive": così l'assessore regionale al commercio, Fabio Paparelli, ha spiegato le finalità del bando pubblico per la concessione di contributi per le imprese commerciali e artigianali costituite in Centri commerciali naturali (Cnn) nei centri storici delle due città capoluogo.

"La trasformazione degli spazi urbani, i nuovi insediamenti residenziali e lo sviluppo di nuove forme commerciali aggregate, come i grandi centri commerciali 'artificiali', hanno introdotto modificazioni sociali tali da impoverire i nostri centri storici – ha sottolineato l'assessore. Il centro commerciale naturale servirà ad innescare un processo virtuoso, pubblico e privato, tale da invertire questa tendenza".
Sono a disposizione finanziamenti regionali per complessivi 2 milioni di euro per le imprese del commercio e 200 mila euro per quelle artigiane, equamente ripartiti tra le due città, con l'obiettivo di sostenere sia i progetti comuni proposti dal Ccn, sia i progetti singoli delle imprese aderenti, complementari a progetti comuni e coerenti con quello di costituzione del Ccn.
"Concretamente – ha spiegato Paparelli – i Ccn, realizzati nelle aree individuate dai Comuni nei centri storici di Perugia e Terni, si presenteranno come luoghi ben definiti, con specifici portali di ingresso ed adeguata segnaletica. E' prevista la realizzazione di marchi, brand, loghi e materiale informativo e promozionale che consentirà ai consumatori di riconoscere gli esercizi che ne fanno parte. L'installazione di strumentazioni tecnologiche permetterà il controllo e la sicurezza degli spazi commerciali e delle aree interessate. Sarà inoltre possibile – ha aggiunto l'assessore - realizzare software per la fatturazione elettronica e fidelity card, carte convenzionate o altri sistemi innovativi di fidelizzazione dei consumatori e degli ospiti delle strutture turistico-ricettive della città, così come avvalersi del POS Mobile per pagamenti elettronici, attraverso smartphone o carte contactless. Sistemi per l'accesso Wi-Fi gratuito a Internet e per la realizzazione di portali web per il commercio elettronico si aggiungono al quadro degli interventi ammessi a finanziamento. Ciò supporterà le imprese umbre nella sfida dell'E-commerce. Infatti sono ancora pochi in Umbria gli esercizi attrezzati rispetto al mercato virtuale e ciò in una regione che è invece fra le prime in Italia per numero di compratori on line".
"Anche sul fronte degli open data – ha aggiunto l'assessore – i Ccn saranno luogo di sperimentazioni innovative, con informazioni sugli esercizi commerciali e artigianali aderenti, orari, prezzi, servizi e accessibilità per lo sviluppo di APP e servizi web, in coordinamento con i dati aperti del Comune sull'area del CCN (ZTL, parcheggi, servizi di trasporto pubblico, orari servizi comunali ecc.). Sono infine previsti investimenti – ha concluso Paparelli - per realizzare e attivare, in collaborazione con le pubbliche amministrazioni, servizi logistici comuni per il trasporto di persone e merci, per la mobilità (noleggio per "car-sharing", "park & ride")".
Il bando prevede un contributo pubblico a fondo perduto in conto capitale (regime "de minimis") nel limite massimo del 60% dell'investimento ammesso per i progetti comuni e del 50% dell'investimento ammesso per i progetti singoli. Le richieste di contributo dovranno essere presentate da almeno 30 piccole e medie imprese che, alla data di presentazione della domanda, esercitano attività commerciale o artigianale nelle aree dei centri storici di Perugia e Terni. Imprese singole o associate, comunque aderenti al medesimo Centro commerciale naturale, costituito o costituendo. A pena di esclusione, il progetto generale di ciascun Ccn deve prevedere almeno cinque progetti comuni riguardanti i sistemi per l'accesso Wi-Fi gratuito a Internet, il portale web per il commercio elettronico e/o per la promozione, la fidelity card, marchi, brand, loghi, elementi caratteristici e distintivi, portali di ingresso.
Il bando, approvato dalla Giunta regionale e frutto di un ampia partecipazione con le associazioni di categoria, verrà pubblicato il prossimo 28 novembre nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria nr. 55.


Nota. ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento o gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information