DeLuca1407(UNWEB) Il progetto del nuovo ospedale di Terni presentato alla presidente Tesei e all'assessore Coletto è politicamente insostenibile. Totale assenza di trasparenza e chiarezza, un vedo e non vedo che lascia intendere l'ennesima formula di project financing in cui il rischio d'impresa è totalmente sulla pelle del cittadino e i profitti nelle tasche del privato”: Lo dice il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Thomas De Luca.

“Dal ‘global service’ delle cooperative al ‘monopolio service’ – continua De Luca - trasformando il Santa Maria nel primo ospedale privatizzato della regione. In merito a mensa, pulizie, manutenzione, gestione dei parcheggi multipiano, appalti e subappalti saranno affidati in base a procedure ad evidenza pubblica oppure a trattativa privata degli investitori? In tutto il territorio umbro sono stati costruiti nuovi ospedali quasi contemporaneamente con risorse regionali e imponenti investimenti pubblici: Silvestrini, Branca, Pantalla, Castello, Foligno. Nessuno si è mai sognato di mettere in dialettica questi progetti, contrapponendo l'uno all'altro. Oggi, che è il turno di Terni, si tirano fuori formule a dir poco ambigue e che non danno certezza. Destano molte perplessità i costi dichiarati per una struttura di alta specialità con le caratteristiche e le dotazioni descritte. Il progetto si basa infatti su risorse che non sono all'interno del Pnrr. Niente del Recovery Fund arriverà a Terni, questo è l'elemento di partenza su cui riflettere”.

“Questo progetto – conclude - è la prova dell'inconsistenza del documento presentato dalla governatrice Tesei che, senza confronto con le parti sociali, politiche e imprenditoriali della regione, ha assunto su di sé tutta la responsabilità di una partita che per l'Umbria significa oltre tre miliardi di euro. Adesso chiudete gli occhi e immaginate cosa sarebbe potuto accadere se al posto di Tesei-Latini ci fossero stati Marini-Di Girolamo a fare questa proposta in queste modalità. Parafrasando lo scrittore Jeff Sparrow, l'unico dato certo è che tutto ciò che di nefasto temevamo potesse accadere con la precedente gestione, sta diventando realtà con la Lega”.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information