195975551 3014404448796573 2103015402197969452 n(UNWEB) “L’ospedale di Pantalla deve essere valorizzato perché serve un bacino di utenti molto consistente e diffuso su un territorio molto variegato, inoltre gli investimenti fatti lo hanno reso moderno, efficiente e versatile, potendo essere riconvertito in breve tempo con blocchi che possono essere modificati, come dimostrato durante la pandemia”: lo hanno chiesto, fra le altre cose, i sindaci dei Comuni della Media valle del Tevere nell’audizione di stamani in Terza commissione, presieduta da Eleonora Pace.

Negli interventi di Antonino Ruggiano (sindaco di Todi), Francesca Mele (sindaco di Marsciano), Michele Toniaccini (sindaco di Deruta), Anna Iachettini (sindaco di Collazzone), Marsilio Marinelli (sindaco di San Venanzo), Gianluca Coata (sindaco di Fratta Todina), Daniela Brugnossi (sindaco di Monte Castello di Vibio) e Pamela Falchi (vice sindaco di Massa Martana), sono emerse varie richieste in vista del nuovo Piano sanitario regionale: mantenimento della terapia subintensiva introdotta nella fase di emergenza Covid che sarà comunque preziosa anche in futuro; congruo numero di posti letto per la medicina generale che si appresta a riaprire; mantenimento del servizio 118 sia a Todi che a Marsciano; mantenimento del punto nascita anche con deroga ulteriore (attualmente il limite di almeno 500 nati all’anno, già in deroga rispetto alle normative europee che lo prevedono solo sopra i 1000 nati, non viene raggiunto).

Al termine dell’audizione sono intervenuti i consiglieri Peppucci (Lega), Fora (Patto civico), Bori (Pd) e Mancini (Lega). Francesca Peppucci ha annunciato un documento sulla questione Pantalla che è stato messo a disposizione della Commissione e potrebbe essere il punto di partenza della proposta di Risoluzione che la presidente della Commissione, Eleonora Pace, ha annunciato di voler predisporre per l’approvazione in Aula da parte di tutta l’Assemblea legislativa e perché sia presa in considerazione della Giunta regionale per la stesura del nuovo Piano sanitario. Annunciato anche un tavolo di lavoro fra professionisti, direttori delle Asl e rappresentanti della Regione per individuare le soluzioni più idonee.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information