201251437 3023376361232715 3400738806477791355 n(UNWEB) L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato a maggioranza (18 sì, astenuto Andrea Fora - Patto civico) il disegno di legge della Giunta regionale relativo alle ‘Sperimentazioni gestionali di servizi innovativi in sanità’.

LA LEGGE, che è stata illustrata in Aula dal presidente della Prima commissione, Daniele Nicchi, è composta da sette articoli, affida alle Aziende sanitarie la proposta di attivazione di programmi di sperimentazione, che poi dovranno essere autorizzati dalla Regione quando essi servano a perseguire i fini pubblici dell’assistenza mediante la collaborazione tra strutture del servizio sanitario nazionale e soggetti privati. Secondo quanto previsto dalla legge nazionale, il socio pubblico deve comunque detenere la maggioranza del capitale sociale. La riforma punta ad una maggiore efficienza del servizio sanitario regionale. La Giunta dovrà regolamentare la fase iniziale delle sperimentazioni e poi quella successiva e gestionale. Un articolo del disegno di legge riguarda specificatamente la sperimentazione gestionale dell’Istituto Prosperius di Umbertide, riallineandone l’assetto societario alle ultime norme nazionali, entro 12 mesi dalla pubblicazione della legge.

EMENDAMENTI. Bocciate tutte le proposte di modifica presentate dai gruppi di minoranza, Pd e Patto civico.

INTERVENTI. Michele BETTARELLI (Pd): “Questa legge, dopo i miglioramenti apportati in Commissione, rappresenta uno strumento importante e condivisibile. Ora bisogna tutelare la continuità del servizio, i livelli occupazionali e la continuità aziendale dell’istituto Prosperius”. Andrea FORA (Patto civico): “La necessità di risolvere il problema dell’istituto era condivisa. Così come l’esigenza di mantenerne l’operatività. Esprimo molti dubbi su questa legge perché sistematizza quel problema, ma costruisce una regola che poi andrà a valere per tutti. Si regola così l’applicazione di una legge nazionale e si prevedono convenzioni con soggetti privati per la gestione di pezzi di servizi pubblico. Questo rappresenta un grave vulnus a cui prestare molta attenzione rispetto alle tipologie di servizi e quali soggetti privati da coinvolgere nelle sperimentazioni. Si apre alla possibilità di privatizzare la sanità pubblica. Presenterò emendamenti per definire criteri per la scelta dei soci privati e dei servizi che possano essere ammessi a sperimentazione”. Donatella PORZI (Pd): “Abbiamo predisposto degli emendamenti con il collega Fora rispetto ad una legge che da un lato rappresenta una necessità, a va chiarito quali soggetti potranno partecipare alle sperimentazioni. Il disegno di legge va reso più sostenibile e funzionale”. Luca COLETTO (assessore Sanità): “Si tratta di un intervento necessario per adeguare la normativa regionale a quella nazionale. L’attività svolta da Prosperius è stata riconosciuta ed ha portato mobilità sanitaria positiva. Vanno preservati servizi e livelli occupazionali”.

DICHIARAZIONI DI VOTO Michele Bettarelli (Pd): “Voterò positivamente la legge nonostante la bocciatura di tutti i nostri emendamenti e la strumentalizzazione della politica a cui abbiamo assistito. Presenterò ogni mese una richiesta di audizione sullo stato di attuazione della legge”. Fabio Paparelli (Pd): “Voterò a favore della legge, che ritengo comunque tempestiva e necessaria. Spero comunque che la sperimentazione pubblico-privato sia limitata a singoli casi, votata alla ricerca e ricompresa nel Piano sanitario”. Andrea Fora (Patto civico): “Se ci fosse stata la buonafede sulla necessità di sistemare la situazione del Prosperius si poteva procedere con altri atti, senza bisogno di una legge. Invece si vuole inserire una modalità di convenzionamento non regolamentata col privato. Mi asterrò”.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information