180895498 2988811451355873 7931509698448525402 n(UNWEB) Perugia. Caterina, per tutti Popy, è una bambina di quasi 8 anni che convive con una grave forma di autismo, e quello che farà tappa a Perugia domani è il viaggio che il suo papà, Giorgio Massoli, ha pensato di intraprendere per lei e per tutti i bambini con disabilità.


Umbria Coast to Coast è un progetto di sensibilizzazione che vede impegnati Giorgio, il padre di Popy e quattro suoi amici: Massimiliano Migliarelli, Lorenzo Patoia, Federico Tabarrini e Marco Zugarini, partiti in e-bike lo scorso 1 maggio dall’Oasi di Alviano e che si concluderà il prossimo 9 maggio a Norcia, per un totale di 700 km.
Obiettivo del viaggio è quello di sensibilizzare quanto più possibile gli umbri sul tema della disabilità e dunque delle difficoltà che quotidianamente affrontano i ragazzi che vivono queste condizioni insieme alle loro famiglie. Difficoltà che come è possibile immaginare, si sono moltiplicate a causa della pandemia e dei disagi che questa ha portato con sé.
Giorgio ed i suoi amici stanno attraversando l’Umbria appoggiandosi giorno dopo giorno ad associazioni e strutture del territorio sensibili al tema, ed incontrando le varie amministrazioni locali, per promuovere un altro grande obiettivo: la creazione di un registro dei progetti esistenziali di vita, che raccolga desideri, aspirazioni e volontà delle persone con disabilità; allo stesso tempo il viaggio è improntato anche alla promozione dell’ecosostenibilità e delle bellezze della nostra regione.
Domattina alle ore 11.00 faranno tappa a Perugia, e ad accoglierli presso la sede dell’ASD Viva ci sarà l’Assessore alle politiche sociali del Comune di Perugia Edi Cicchi, che percorrerà con loro in e-bike il breve tratto che li divide dal centro storico e da Palazzo dei Priori, dove l’Assessore procederà alla sottoscrizione di una lettera in cui si impegna a dare l’avvio ad un percorso istituzionale che vedrà coinvolti gli Amministratori della Città, per sostenere l’adozione del Registro dei Progetti Esistenziali di Vita e la sottoscrizione della Dichiarazione di intenti proposta dall’Associazione.
Intanto, parallelamente al viaggio, è partita anche una raccolta fondi sulla piattaforma GoFoundMe all’indirizzo www.gofoundme.com/f/popyontheroad, ed il cui intero ricavato sarà devoluto all’associazione “Prendimi per mano Umbria”.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information