Progetto Cuore alla Polvese 2Misericordia e Comune di Castiglione del Lago promuovono il progetto per rendere il territorio sempre più sicuro e "cardio protetto". Sabato 18 c'è stata la presentazione

(UNWEB) Castiglione del Lago, – il "Progetto Cuore: un defibrillatore per la vita" è ripartito sabato scorso da Isola Polvese. Misericordia di Castiglione e Comune di Castiglione del Lago, promotori del progetto, dopo un periodo di stop determinato dall'emergenza Covid, hanno ripreso il disegno per rendere il territorio sempre più sicuro e "cardio protetto" grazie all'installazione di moderni defibrillatori: gli arresti cardiaci, è bene ricordarlo, sono tra le prime cause di morte.
La "ripartenza" è avvenuta a Isola Polvese con una cerimonia in cui sono stati inaugurati ben due defibrillatori: uno presso il pontile di sbarco e il secondo nei pressi della spiaggia. Alla presentazione hanno partecipato anche rappresentanti della Direzione Usl 1 e del 118.
Il primo DAE (defibrillatore automatico esterno) è stato donato dalla Misericordia castiglionese, grazie alla disponibilità della ditta "Sistema Costruzioni" e del Comune di Castiglione del Lago che ha provveduto all'acquisto di una apposita teca da esterni termoventilata.
Il secondo defibrillatore invece è stato messo a disposizione dalla Provincia di Perugia che si è unita a questa importante operazione di primo soccorso.
«Dopo il fermo a causa della pandemia – ha detto il Governatore della Misericordia Ivo Massinelli – si riparte proprio dalla Polvese, in quanto è volontà sia del Comune che della nostra associazione dare il proprio contributo affinché anche l'isola diventi cardio protetta, in linea con l'ultima legge in materia sulla informazione e diffusione dei defibrillatori semiautomatici e relativa formazione per personale laico (legge n 116 del 4 agosto 2021). La Misericordia di Castiglione del Lago in collaborazione con il 118 si rende da subito disponibile ad effettuare i primi corsi all'uso dei DAE per tutto il personale che lavora in questo luogo».
Erano presenti alla cerimonia Sandro Pasquali, vicepresidente della Provincia di Perugia, il dott. Francesco Borgognoni in rappresentanza della USL 1, il dott. Stefano Lentini Direttore degli Ospedali del Trasimeno, il nuovo Direttore del Distretto del Trasimeno dott. Emilio Paolo Abbritti e l'ing. Stefano Torrini della Provincia di Perugia.
Il sindaco di Castiglione del Lago Matteo Burico ha ringraziato i rappresentanti sanitari e «soprattutto la Misericordia di Castiglione del Lago che continua ad essere al servizio di tutta la comunità e dei tantissimi turisti che affollano il nostro territorio. La sicurezza sanitaria è al primo posto nei nostri pensieri. Questa è una giornata importante per Isola Polvese, l'isola di Castiglione del Lago. Dopo un'estate caratterizzata da numerose richieste di intervento, si tratta di un segnale molto importante: la sicurezza non deve essere solo percepita, ma dobbiamo fare in modo che sia effettivamente garantita».
Da Sandro Pasquali e dai rappresentanti delle istituzioni sanitarie è poi arrivato un plauso al mondo dell'associazionismo locale che è capace di dare importanti contributi alle necessità della comunità.
Ma l'attenzione del Progetto Cuore rispetto al lago non si ferma qui: è in programma per il 3 ottobre un'analoga iniziativa ad Isola Maggiore, in collaborazione con la sezione della Misericordia castiglionese di Tuoro e con il Comune di Tuoro.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information