talenti3Giovedì 7 ottobre ad Ospedalicchio il punto sul laboratorio agricolo di comunità
(UNWEB) – Perugia, - Il progetto di Innovazione sociale “Coltivare Talenti” è entrato nella sua fase finale. Il Laboratorio agricolo di comunità per giovani vulnerabili sta ospitando il quarto ed ultimo gruppo di partecipanti, che in 5 mesi hanno la possibilità di imparare il mestiere di agricoltore direttamente sul campo al fianco di agronomi professionisti.


Giovedì 7 ottobre alle ore 10.00, presso il Laboratorio nella zona industriale di Ospedalicchio (ingresso in campo in via Bastia, comune di Torgiano) si terrà l’evento di restituzione pubblica del progetto, che è realizzato dalla Cooperativa Sociale Frontiera Lavoro, specializzata da vent’anni nell’orientamento e inserimento lavorativo di giovani, disoccupati e soggetti fragili, insieme alla Fondazione Opere Pie Riunite di Perugia e all’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica dell’Umbria.
Il progetto è finanziato dalla Regione Umbria attraverso il Fondo Sociale Europeo e di Sviluppo Regionale 2014-20 nell'ambito delle Azioni innovative di welfare territoriale. Le voci dei rappresentanti degli enti attuatori e dei beneficiari del progetto racconteranno i due anni di attività agricola e sociale, alla presenza degli Assessori della Regione Umbria alla Salute e politiche sociali, e alle Politiche agricole e agroalimentari, oltre che degli enti e servizi locali coinvolti nel progetto e di chiunque vorrà venire a toccare con mano il lavoro degli agricoltori di domani.
Il Laboratorio Agricolo ha ospitato 25 ragazzi e 7 ragazze, divisi in quattro gruppi di partecipanti dopo la fase preliminare di orientamento al lavoro nel settore agricolo, alla quale hanno partecipato un numero maggiore di persone segnalate dai Servizi sociali e sociosanitari del territorio. Undici di loro hanno un’età compresa tra i 18 e i 21 anni, altrettanti tra i 22 e i 30, dieci sono over 30. Dodici risiedono in strutture o comunità del territorio, mentre tre si sono autocandidati al progetto in quanto Neet (non impegnati in attività di studio, lavoro o formazione). Diciassette provengono dalla Zona Sociale 2 (Perugia-Corciano-Torgiano), tredici dalla ZS 3 (Assisi-Bastia Umbra-Cannara) e due dalla ZS 5 (Trasimeno). Il progetto ha accolto anche uno studente del quarto anno di una scuola superiore di Perugia per l'alternanza scuola-lavoro.
Dallo scorso inverno e fino a dicembre 2021 gli ortaggi del Laboratorio sono destinati alla Caritas Diocesana di Perugia-Città della Pieve, al Comitato Perugia Solidale e all'Associazione Vivi il Borgo, come stabilito in apposite convenzioni tra gli enti, per favorire ogni settimana la loro azione in sostegno di famiglie fragili del territorio. Parallelamente è partita la promozione dei prodotti presso chiunque voglia mettere in tavola del cibo con un particolare marchio di fabbrica: il rispetto della biodiversità e la coltivazione nel segno dell'inclusione. Acquistare i prodotti agricoli di Frontiera Lavoro, che recentemente ha aggiornato il proprio statuto diventando una cooperativa a scopo plurimo, significa creare ricchezza sostenendo l'occupazione di giovani vulnerabili in un contesto protetto.

talenti


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information