EcosistemaNumerini: "prosegue il percorso virtuoso intrapreso da alcuni anni"

(UNWEB) Perugia.  La città di Perugia conferma la sua crescita costante dal punto di vista della performance ambientale. Ad attestarlo è il report annuale di Legambiente “Eco sistema urbano 2022”, realizzato in collaborazione con Ambiente Italia ed Il sole 24 ore, che attribuisce al Capoluogo umbro la diciannovesima posizione assoluta sui 105 comuni italiani, capoluoghi di provincia. Perugia, peraltro, è l’unica realtà del centro Italia nelle prime 20 posizioni insieme a Siena.

Si conferma il trend in costante miglioramento evidenziato negli ultimi cinque anni: Perugia passa infatti dal 28° posto del 2018 al 26° del 2019, al 23° del 2020, al 21° del 2021 ed oggi al 19°.

“Prosegue – spiega l’assessore all’ambiente Otello Numerini – il cammino virtuoso del Comune di Perugia che sta consentendo alla nostra città di scalare di anno in anno posizioni nella graduatoria redatta da Legambiente. Ciò è frutto dell’adozione di azioni positive che, grazie anche all’impegno degli uffici comunali che ringraziamo, stiamo mettendo in atto in svariati ambiti”.

Il rapporto Ecosistema urbano si basa su 18 parametri, raggruppati in sei macroaree: aria, acqua, rifiuti, mobilità, ambiente urbano ed energia.

Entrando nel dettaglio delle singole aree, per ciò che concerne Perugia da segnalare il miglioramento sulla la qualità dell’aria, in particolare PM10, ozono e biossido di azoto.

Buona la performance riguardante il verde urbano con il Capoluogo umbro che si attesta in undicesima posizione assoluta per verde fruibile con 63,3 mq per abitante.

In netto miglioramento anche i dati della macroarea “acqua”: scendono i consumi idrici, con la città che passa dal 40° posto del 2021 al 34°, così come la dispersione idrica in forte calo.

“Accogliamo con favore il miglioramento di questi tre indicatori – continua l’assessore Numerini – ossia qualità dell’aria, acqua e verde urbano che ci ha consentito di attestarci tra le migliori 20 città italiane. Ovviamente il nostro intendimento è di non fermarci qui, ma di continuare a lavorare per crescere ancora, intervenendo soprattutto su quei parametri che sono migliorabili”.

Il report 2022 è stato presentato nella giornata di ieri a Roma in piazza Montecitorio. Durante l’evento Perugia, insieme solo ad altri 15 capoluoghi di provincia italiani, è stata premiata quale protagonista di una “buona pratica”. Si tratta, in sostanza, di trasformazioni, più o meno significative, già avviate in alcuni centri urbani del nostro Paese con l’obiettivo di ridurre gli impatti ambientali, migliorare la vivibilità delle città e la qualità della vita.

Nel dettaglio all’assessore Numerini, in qualità di rappresentante del Comune di Perugia, è stata consegnata una pergamena quale riconoscimento per il progetto “Pinqua” (Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare). Un progetto, di circa 30 milioni di euro finanziato dal ministero delle Infrastrutture, che prevede non soltanto la riqualificazione completa dell’area ex Palazzetti a Ponte San Giovanni, ma anche, tra le altre cose, il potenziamento del verde, la realizzazione di piste ciclabili e di percorsi pedonali, nonché interventi di efficientamento energetico e di produzione di energia da fonti rinnovabili.


stampaitalia 300x250