DeMattia(UNWEB) Foligno. E’ Giuseppe De Mattia con l’opera “Fatterelli/ Il vassoio d'argento di Andrea, 2020-21” il vincitore della “Open call: La Madonna di Foligno, il meteorite e il punctum. Come rileggere un capolavoro”. L’opera vincente è stata decisa dalla giuria di esperti composta da Cecilia Casorati, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma, Emanuele De Donno, fondatore di VIAINDUSTRIAE e docente presso l’Accademia di Belle Arti di Perugia, Pierluigi Metelli, collezionista, Nicola Samorì, artista, Marta Silvi, critica d’arte, docente e curatrice indipendente.


Questa è la motivazione: “L’opera si pone dal punto di vista dello spettatore rendendo contemporaneo e permeabile il capolavoro di Raffaello. L’opera tiene conto, forse inconsapevolmente, dell’evento della ricomparsa dell’originale nella città di Foligno nel 2014, rimarcandone il valore dell’immagine nel territorio, ulteriormente sottolineato nella mostra attualmente ospitata presso il Museo di Palazzo Trinci “Raffaello e La Madonna di Foligno. La fortuna di un modello”. L’opera, inoltre, soddisfa l’esigenza di rendere il pubblico protagonista ragionando sull’opera d’arte come oggetto di devozione popolare e di mediazione di mediazione tra realtà e spiritualità”. Una menzione particolare è stata data all’artista Giovanni Kronenberg al quale è stata commissionata l’esecuzione del Palio di Giostra della Quintana di settembre.
In risposta al bando “Open call: La Madonna di Foligno, il meteorite e il punctum. Come rileggere un capolavoro” indetto a fine ottobre 2020, gli artisti avevano accolto con entusiasmo l’invito a rileggere e interpretare in chiave contemporanea la “Madonna di Foligno” di Raffaello: 114 candidature per più di 150 progetti erano pervenute al Comune di Foligno.
Il lavoro di valutazione sui progetti si è prolungato a fronte di questa ampia partecipazione e varietà di proposte. La votazione finale ha rilevato la presenza di diversi ex aequo che hanno consentito l’ammissione di 17 opere anziché le 10 originariamente previste, per 18 artisti.
Le opere proposte sono state presentate in una mostra collettiva al Museo Capitolare Diocesano di Foligno che si protrarrà fino al 24 ottobre 2021. L’opera vincitrice è stata acquistata dal Comune di Foligno per un valore di tremila euro entrando a far parte della collezione permanente di arte contemporanea del Comune.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information