Barron Kenny scarf by Jimmy KatzBiglietti disponibili da domani mercoledì 5 aprile, ore 12

(UNWEB) Perugia. Il pianoforte è il protagonista dei concerti al Teatro Morlacchi e alla Sala Podianidella Galleria Nazionale dell’Umbria.

Per cominciare, due trii pianistici al più alto livello, quello di KennyBarrone quello di DaniloPerezcon John Patitucci e Adam Cruz. Un altro mito del pianoforte, Fred Hersch, suona in duo con Enrico Rava, ed a un grande del pianoforte è dedicatoPlay Petrucciani, un progetto italo-spagnolo con Chano Dominguez, Flavio Boltroe Stefano Di Battista per ricordare il grande Michel.

Gli altri italiani in programma sono Mauro Ottolini con la sua Orchestra Ottovolante in una rilettura delle canzoni italiane degli anni d’oro, Gianluca Petrella con la Cosmic Renaissance, il classico quartetto di Fabrizio Bosso, Paolo Fresucon il progetto Ferlinghetti sulla Beat Generation. The Swingers Orchestra ripercorre il jazz di una volta rifacendosi all’età dello Swing. Infine, due delle stelle del festival: l’astro nascente della vocalità, SamaraJoy, recente vincitrice di due Grammye il maestro della chitarra Bill Frisellcon il suo nuovo quartetto. I concerti, ad iniziare da sabato 8, si terranno alle 17,  il 10 e 15 appuntamento anche alle 21,30.

Nella Galleria Nazionale dell’Umbria alle 12 e alle 15,30 a partire da sabato 8, c’è un festival nel festival, quello della performance di solo piano: Dado Moroni, Danilo Rea, Rita Marcotulli, Enrico Pieranunzi, il cubano DavidVirelles, il sudafricano Nduduzo Makhathini. Un’altra pianista, la tedesca Olivia Trummer, suona in duo con Nicola Angelucci, batterista del quartetto di Fabrizio Bosso. Da non perdere il trio di Brandee Younger, che suona l’arpa classica, strumento raro nel jazz, e la solo performance di MarcRibot, uno dei più creativi chitarristi al mondo. Molto interessanti il duo sax/pianoforte Miguel Zenon/ Luis Perdomo, dall’inconfondibile “profumo” latino e quello sax/chitarra Pietro Tonolo/Giancarlo Bianchetti, dalla raffinata atmosfera cameristica. E raffinato quanto colto è il progetto di VanessaTagliabueYorke, dedicato agli anni ruggenti del jazz. Infine, due batteristi leader: il grande Joey Baronforma con Robin Verheyen, sax tenore, eBramDeLooze, pianoforte, il trio Mixmonk, e Enrico Morello, a lungo con le band di Enrico Rava, guidaCyclicSigns.


Immagine WhatsApp 2024 02 24 ore 15.27.34 f9718639

 AVIS

80x190