HorizonEurope(UNWEB) – Perugia- “Horizon Europe 2021-2027: nuove opportunità per potenziare Ricerca & Innovazione in Umbria”: è stato questo il tema al centro della virtual conference organizzata da Sviluppumbria SpA, in collaborazione con il progetto Innetwork, la rete Enterprise Europe Network e gli uffici della Regione Umbria a Bruxelles che si è svolta ieri. Tanti gli interventi di alto profilo e i temi di grande attualità in agenda che hanno permesso di tracciare con chiarezza e visione le opportunità messe a disposizione dall’Unione Europea nel settore della Ricerca e Innovazione attraverso Horizon Europe, il Programma che, con un bilancio di 95,5 miliardi di euro per il periodo 2021-2027, intende aumentare la competitività e rafforzare lo spazio di ricerca europea.

Ad aprire i lavori l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Umbria Michele Fioroni, l’amministratore unico di Sviluppumbria Michela Sciurpa, il presidente di Anci Umbria Michele Toniaccini e il responsabile dell’Osservatorio della Ricerca, valutazione e fund-raising dell’Università degli Studi di Perugia Stefano Giovagnoli.

Tra i relatori europei Magda De Carli, Capo Unità DG Ricerca e Innovazione della CE, che ha introdotto le principali novità del Programma Horizon Europe; Davide Valitutti, Policy Officer DG Ricerca della CE, che ha analizzato la razionalizzazione del vasto panorama dei finanziamenti nel settore della ricerca e innovazione attraverso le Partnership europee, un oramai consolidato strumento dell’Ue volto a sostenere la cooperazione tra Stati membri, settore privato, fondazioni e altri attori del settore; Marta Tomaselli, Policy Officer DG Research and Innovation della CE, che ha esposto il tema delle Missioni, che riguardano la vita quotidiana dei cittadini europei (dalla salute, all’adattamento al cambiamento climatico, alle città verdi fino alla protezione del suolo e delle nostre acque e oceani); Federico Esu, Legal and Policy Adviser dello European Innovation Council, ha esposto gli strumenti messi in campo dal Consiglio europeo per sostenere le PMI e le start-up più innovative.

L’incontro, moderato da Valeria Tudisco, responsabile dell’ufficio di Bruxelles di Sviluppumbria, si è concluso con la relazione di Simona Costa, Head of Office di Tour4EU, sul lavoro svolto all’interno del gruppo di lavoro ‘Sinergie’ del GIURI (gruppo informale che riunisce tutti gli uffici di rappresentanza italiani a Bruxelles) per mettere a sistema le diverse fonti di finanziamento, europee e regionali a sostegno della Ricerca e dell’Innovazione, e con la presentazione di Marina Cecilia Sereni, responsabile U.O. Attività Internazionali e Project manager EEN di Sviluppumbria, che ha esposto le attività messe in campo da Sviluppumbria nell’ambito del ruolo che l’Agenzia ricopre all’interno di EEN-European Enterprise Network, la più grande rete internazionale a supporto dell’innovazione, dell’internazionalizzazione e della competitività delle PMI.

“Al fine di garantire un alto grado di partecipazione di tutti gli attori del settore coinvolti nell’ecosistema umbro dell’innovazione e di valorizzare le eccellenze della Ricerca e Innovazione in Umbria, è fondamentale far circolare tempestivamente le informazioni chiave a tutti - ha dichiarato Michela Sciurpa, amministratore unico di Sviluppumbria -. Per questa ragione e per fare in modo che le imprese, le Università e le istituzioni del territorio lavorino da subito insieme e in sinergia con la Commissione Europea, Sviluppumbria ha promosso questo webinar orientandolo ad un networking operativo, con il coinvolgimento da Bruxelles dei principali protagonisti delle azioni che compongono Horizon Europe e con la partecipazione ai lavori anche di ANCI Umbria e dell’Università degli Studi di Perugia. Il successo di questa iniziativa – ha concluso - conferma l’importanza del ruolo di articolazione che Sviluppumbria intende realizzare tra istanze locali e opportunità europee per rilanciare un’Umbria sempre più competitiva”.

Grande apprezzamento per l’iniziativa di Sviluppumbria - inquadrata dall’Assessore Fioroni nell’ambito dell’ambizioso programma della Regione a sostegno all’innovazione e al trasferimento tecnologico Umbria - è stato espresso dal presidente di Anci Toniaccini, che ha sottolineato le azioni di Anci Umbria per garantire un ampio coinvolgimento dei Comuni nell’attuazione della ricerca e sviluppo, e dal rappresentante dell’Università di Perugia, Stefano Giovagnoli, che ha sottolineato l’importanza dell’accordo tra Sviluppumbria e l’Università al fine di favorire il trasferimento tecnologico e garantire un’ampia partecipazione alle Call pubblicate da Horizon Europe. Plauso anche da parte della Capo Unità DG Ricerca Innovazione della CE Magda De Carli che ha evidenziato come, con questa conferenza, l’Umbria si posiziona tra le prime regioni italiane che hanno rilanciato sul territorio la sfida di Horizon Europe.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information