foto 5(UNWEB) I Mercati di Campagna Amica Coldiretti, rappresentano un'iniziativa importante oltre che per gli imprenditori, per tutti quei cittadini che intendono acquistare prodotti freschi, di qualità e di stagione a "Km Zero", che non devono percorrere grandi distanze con mezzi inquinanti e subire lunghi tempi di trasporto prima di giungere sulle tavole. È quanto sottolinea Coldiretti Umbria nel ricordare come siano circa 25 milioni gli italiani che acquistano cibi dai contadini trainati da una nuova sensibilità verso quelli salutari, ma anche dalla volontà di recuperare un contatto diretto con chi coltiva i prodotti che portano in tavola.

L'Italia - ricorda Coldiretti - è il Paese della Ue con la più estesa rete organizzata di mercati contadini con 15.000 agricoltori coinvolti in circa 1.200 farmers market di Campagna Amica per un fatturato nazionale della filiera corta con vendita diretta che raggiunge i 6 miliardi di euro all'anno. Un sistema organizzato da nord a sud del Paese che - continua Coldiretti - non ha solo un valore economico ma anche occupazionale ed ambientale. Un primato riconosciuto a livello mondiale dove Campagna Amica si è fatta promotrice della World Farmers Markets Coalition di cui fanno parte realtà di tutti i continenti come Usa, Australia, Giappone, Canada, Cile, Ghana, Inghilterra, Danimarca e Norvegia con il coinvolgimento di 250 mila agricoltori e loro famiglie. Fra gli obiettivi della World Farmers Markets Coalition c'è la diffusione di un modello di sviluppo economico ambientale e sociale sostenibile, tramite la filiera corta con il supporto all'agricoltura familiare, la promozione del cibo locale e l'emancipazione degli agricoltori, in particolare delle donne e dei giovani. Punto rilevante dell'azione associativa è la conservazione della biodiversità e la lotta ai cambiamenti climatici. A spingere la spesa dall'agricoltore è soprattutto la possibilità di acquistare prodotti stagionali, a km zero e di qualità. Nei mercati dei contadini di Campagna Amica è possibile anche trovare specialità del passato a rischio di estinzione che sono state salvate grazie all'importante azione di recupero degli agricoltori e che non trovano spazi nei normali canali di vendita. Ma le vendite dirette con gli acquisti a km zero tagliano anche del 60% lo spreco alimentare rispetto ai sistemi alimentari tradizionali secondo l'Ispra e garantiscono un contributo importante alla lotta contro l'inquinamento e i cambiamenti climatici che provocano danni e vittime in tutto il mondo. 

Il successo dei farmers market è frutto della legge italiana che premia la multifunzionalità dell'agricoltura e che abbiamo fortemente sostenuto per avvicinare le imprese agricole ai cittadini e conciliare lo sviluppo economico con la sostenibilità ambientale e sociale - afferma il Presidente Coldiretti Umbria Albano AgabitiSiamo di fronte a una svolta epocale - prosegue Agabiti - con la quale si riconosce che nei prodotti e nei servizi offerti dall'agricoltura non c'è solo il loro valore intrinseco, ma anche un bene comune per la collettività fatto di tutela ambientale, di difesa della salute, di qualità della vita e di valorizzazione della persona. Un successo che mette sulle nostre tavole la sostenibilità, la biodiversità e la qualità. Noi continuiamo a promuoverli perché questo vuol dire non solo sostenere un settore importante come quello agricolo ma anche offrire un servizio di qualità sotto casa. Un modo anche per presidiare piazze e luoghi della nostra città.

I Mercati di Campagna Amica, sono parte integrante dello scenario urbanistico e sociale anche della nostra regione - aggiunge Mario Rossi Direttore Coldiretti Umbria - garantendo tutti i giorni il vero cibo locale, l'aggregazione e la sostenibilità, con una rete che si sviluppa con oltre 500 aziende agricole e agrituristiche, che consentono una presenza capillare e costante nelle principali piazze dell'Umbria. I mercati contadini - ricorda Rossi - sia all'aperto che al chiuso con una varietà di prodotti che vanno dalla frutta alla verdura di stagione, dal pesce alla carne, dall'olio al vino, dal pane alla pizza, dai formaggi, legumi, fino a piante e fiori, continuano ad essere luoghi dove soddisfare bisogni primari, attraverso relazioni dirette con i produttori, ma anche di socialità e di forte attrattività turistica per una città.

La nostra agricoltura è fonte di eccellenza, abbiamo prodotti conosciuti e apprezzati nel mondo – conclude Rossi - grazie ai mercati di Coldiretti, tutti i cittadini avranno così l'opportunità di contribuire al successo di questo sistema. Si rinnova così il patto con i consumatori che apprezzano il made in Italy e il cibo di qualità. La copertura in città con il km zero firmato Campagna Amica si può dire quotidiana dal martedì alla domenica.


LocandinaScacchi2

 AVIS

80x190