fomrazioneperadulti(UNWEB) Perugia - Nell’ambito della Settimana europea della formazione professionale il 5 dicembre (dalle 8,30 alle 13.30, nella Sala del Consiglio Provinciale, in Piazza Italia 11), a Perugia, si terrà una iniziativa sull’importanza di accrescere e migliorare l’offerta di percorsi di apprendimento degli adulti, anche attraverso un investimento nel miglioramento della cultura della qualità della formazione. All’appuntamento, promosso dalla Regione Umbria e dall’Associazione FORMA.Azione srl, capofila del progetto PRALINE, finanziato nell’ambito del Programma ERASMUS, parteciperanno il vice presidente della Giunta regionale dell’Umbria e assessore alla formazione professionale, Fabio Paparelli, la coordinatrice del Reference Point Nazionale per l’Assicurazione Qualità della Formazione presso ISFOL, Ismene Tramontano, e due rappresentanti dell’Agenzia ERASMUS + INDIRE, quali esperti di monitoraggio del programma.


Il tasso di partecipazione degli adulti ad attività di apprendimento in Europa è estremamente basso – affermano i promotori. Ne consegue che molti adulti hanno ridotte abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana. Il settore dell’educazione degli adulti è alquanto variegato sia in termini di soggetti che offrono opportunità di apprendimento che di modalità di fruizione: seminari, visite guidate, autoapprendimento, navigazione su Internet, ecc.. La qualità dell’offerta – continuano i promotori - diviene quindi un fattore critico sia per attrarre e incentivare discenti che per assicurare livelli di apprendimento adeguati. Secondo l’ultimo Rapporto Nazionale sulle Competenze degli Adulti, il 70% della popolazione italiana tra i 16 e i 65 anni d’età si colloca al di sotto del Livello 3, il livello di competenze considerate necessarie per interagire in modo efficace nella società del XXI secolo”.
L’Italia, in ogni categoria di indagine è sempre al di sotto della media OCSE, evidenziando quindi un significativo bisogno della popolazione adulta di accrescere le capacità di calcolo, di lettura e di comprensione di testi complessi. A questo proposito la Commissione Europea ha varato la “Skills Guarantee”, una iniziativa finalizzata a migliorare il livello delle competenze di base e digitali degli adulti (15-64 anni di età) meno qualificati, fino a consentire loro di acquisire un livello di istruzione corrispondente almeno all’istruzione secondaria superiore.
Il programma della giornata prevede, dopo i saluti dell’assessore regionale alla formazione professionale, Fabio Paparelli e l’intervento di Ismene Tramontano, coordinatrice del Reference Point Nazionale per l’Assicurazione Qualità, su “Il Piano Nazionale per l’Assicurazione Qualità nell’istruzione e formazione e la rete Europea EQAVET”, le relazioni di: Sabrina Paolini (Servizio programmazione, indirizzo, monitoraggio, controllo FSE ed innovazione di sistema) su “Dispositivi regionali per un’assicurazione di qualità dell’IFP e dell’Educazione degli Adulti”; Chiara Palazzetti (Project Manager PRALINE – Associazione FORMA.Azione srl) su “Rendere attrattiva la formazione professionale e l’apprendimento lungo tutto l’arco della vita: la Strategia di attivazione per la promozione dell’educazione per adulti (Opera d’Ingegno 1 del progetto PRALINE)”; Sylvia Liuti (Responsabile Progetti Europei Associazione FORMA.Azione srl) e Antonietta Petetti (Regione Umbria, Servizio Programmazione, indirizzo, monitoraggio, controllo FSE ed innovazione sistema, Sezione Programmazione e attuazione di interventi materia di orientamento, di sperimentazione formativa e di progettazione diretta regionale) rispettivamente su “Sentirsi a proprio agio con l’Assicurazione Qualità: presentazione della Valutazione tra Pari Europea e del Manuale (Opera d’Ingegno 3 del progetto PRALINE)” e “Salvaguardare un’offerta formativa e di apprendimento per adulti di Qualità: Focus sulle Aree Qualità e la Tool-box utilizzati nella metodologia di Valutazione tra Pari Europea (Opera d’Ingegno 2 del progetto PRALINE)”. Seguiranno cinque gruppi di lavoro sulla “Validazione della Strategia di attivazione per la promozione dell’educazione per adulti e la messa a punto di un Piano d’Azione da realizzare sul territorio locale, per coinvolgere gli adulti e motivarli ad apprendere”; sulla “Validazione del Manuale per la Valutazione tra Pari Europea nel settore dell’educazione degli adulti: cosa funziona, cosa manca, cosa cambiare”; sulla “Validazione della Tool-box della Valutazione tra Pari Europea nel settore dell’educazione degli adulti: cosa funziona, cosa manca, cosa cambiare”; sulla “Validazione delle Aree Qualità (dalla 1 alla 5) per la Valutazione tra Pari Europea nel settore dell’educazione degli adulti: cosa funziona, cosa manca, cosa cambiare”; sulla “Validazione delle Aree Qualità (dalla 6 alla 11) per la Valutazione tra Pari Europea nel settore dell’educazione degli adulti: cosa funziona, cosa manca, cosa cambiare”. La giornata si concluderà con la presentazione dei lavori di gruppo e discussione in Plenaria,


stampaitalia 300x250