spin off(UNWEB) Perugia. Con la mostra inaugurata il 15 ottobre “3 DESIGNER” si chiude il cerchio sulle rassegne espositive ospitate presso Officine Fratti nell'ambito della rassegna Spin Off – situazioni possibili in Officine Fratti il ciclo di eventi culturali che ha contraddistinto lo spazio nel mese di ottobre.


Le tre mostre, diverse e suggestive, hanno toccato diversi ambiti dell'arte e del design.
La prima ad andare in scena è stata la Mostra degli architetti IID Stefano Chiocchini e Stefano Sbicca, inaugurata il 1 ottobre e chiusasi il 10 ottobre.
Poi è stata la volta di Alberonero, acclamato artista lombardo di fama internazionale che dall'8 ottobre ha portato a Officine Fratti un allestimento molto suggestivo che resterà visitabile fino al 31 ottobre.
Infine, si è aperta venerdì 15 ottobre, la mostra “3 DESIGNER” che resterà visitabile ogni venerdì, sabato e domenica dalle 17 alle 21, fino al 31 ottobre. L'esposizione ospita le opere di brillanti designer italiani: Matteo Di Ciommo, artista e designer classe 1987, le cui opere racchiudono scultura, architettura e artigianalità. Tommaso Lucarini, designer toscano con una formazione tra Finlandia, New York e Firenze, fondatore del TIPSTUDIO di Firenze. Luca Binaglia, designer perugino che dal 2008 progetta e si occupa di design sia in ambito industriale che in ambito artigianale, prendendo ispirazione dagli splendidi paesaggi dell’Umbria, regione che ospita il suo studio.
OFFICINE FRATTI
Officine Fratti Aps organizza attività di workshop, laboratori, open call, mostre, talk ed eventi su artigianato e creatività, incontri pubblici e momenti di approfondimento sulla creatività giovanile, anche con le scuole e con le altre associazioni del territorio. Svolge anche un’attività di presidio e resilienza nell’area del centro storico dov’è situata
RIGENERAZIONE
Il progetto “RiGenerazione - giovani mestieri creativi” è realizzato da: Comune di Siena (capofila) e Comune di Perugia, nell’ambito dell’Avviso Pubblico “Sinergie”, promosso da ANCI e co-finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle Politiche Giovanili e del Servizio Civile Universale - “Fondo Politiche Giovanili”. Partner a Perugia: Università dei Sapori, oltre che CNA Umbria, ECIPA Umbria, e Officine Fratti APS. Partner a Siena: ATS di organizzazioni locali con capofila Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

AITA UMBRIA ACCENDE I MONUMENTI PER SENSIBILIZZARE SULL’AFASIA: LA FONTANA MAGGIORE IN ROSSO/ CONSEGNATO IL PREMIO SIMONETTA PETINI ALLA MIGLIOR TESI SUL TEMA
In occasione della 14° giornata nazionale dedicata all’Afasia è stato istituito un premio speciale, intitolato alla memoria di Simonetta Petini, dall’associazione presente in Umbria dedicata a questo disturbo. Presso la Sala della Fondazione Sant’Anna di Perugia infatti è stata premiata la migliore tesi sul tema: a vincere la prima edizione, dedicata alla compianta segretaria di A.IT.A Umbria OdV, è stata Serena Savoia, piemontese laureatasi a Milano con la tesi “Con-vivere con l’Afasia: adattamento in italiano del questionario di autovalutazione sulla qualità della vita Aphasia Impact Questionnaire-21”.
Afasia è un termine il cui significato è spesso sconosciuto ma indica un disturbo di impressionante gravità: la perdita della capacità di usare il linguaggio, di esprimersi e comprendere ciò che dicono gli altri, di leggere e scrivere. Anche per questo nella serata di sabato 16 ottobre, in conclusione della Giornata Nazionale dedicata all’Afasia, si sono illuminati di rosso la Fontana Maggiore di Perugia, Porta Sant’Angelo a Terni e la Torre Civica di Arrone: accendere una luce su questa disabilità è un gesto simbolico ma di forte impatto, proprio perché le persone che ne sono affette, tra i vari disturbi, perdono la capacità di esprimersi e di poter reclamare attenzione sulle difficoltà che questa disabilità si porta dietro. Oltre all’illuminazione dei monumenti simbolo di tutte le province umbre, sono stati allestiti nella giornata di sabato 16 ottobre, degli stand in Piazza IV Novembre a Perugia per fornire informazioni sull’associazione presente nella regione. Verranno inoltre adottate delle piantine di erica, che sono il simbolo di A.IT.A proprio come il colore rosso con cui sono stati illuminati i tre monumenti coinvolti.
La Presidentessa di A.IT.A Umbria, Nicoletta Pauselli in apertura dell’incontro di Perugia ha spiegato che “il simbolo dell’associazione è l’erica, che condividiamo con i poeti, artisti e le persone malinconiche. L’erica è il nostro segno distintivo perché è legata alla speranza nel suo antico significato simbolico, la speranza che i sogni e i desideri si avverino”.
Il rappresentante dell’Amministrazione comunale di Perugia ha sottolineato che “A.IT.A. è un'associazione che è in linea con tutti quelli che sono i principi dell'amministrazione comunale che vanno dal sociale al mettersi al servizio della comunità tutta. E’ un'associazione che si batte molto sul tema dell’integrazione per far sentire questi cittadini parte integrante della comunità: per questo esprimiamo la nostra vicinanza come consiglio comunale e ribadiamo di voler fare la nostra parte affinché ciò avvenga. Colorare di rosso la Fontana Maggiore è un ulteriore segno della vicinanza nei confronti di A.IT.A. nell’occasione della giornata nazionale dedicata all’Afasia”.
Massimo Piccirilli (neurologo e Direttore Scientifico A.IT.A Umbria) : “Una persona ogni 300 è afasico: tuttavia non li conosciamo, ci scompaiono dalla scena. Un afasico non può esprimere la sua voce. L’ Afasia è ignorata da tutti. Una disabilità che riduce fortemente la capacità di interagire ma che esiste in tante forme. Spesso non si sa come comportarsi con l’afasico e allora questo porta chi ne è affetto a chiudersi e non interagire perché ha davanti persone che non capiscono. E’ necessario sollecitare le istituzioni perché un afasico non deve rimanere senza trattamento”.
Presenti all’incontro di Perugia anche il dottor Maurizio Masucci (direttore dell’Unità Operativa Complessa Riabilitazione Intensiva Ospedaliera), la dottoressa Lorena Rasimelli (coordinatrice Area Professionale e Riabilitativa C.O.R.I di Passignano), Serena Brunetti e Giulia Rosi (logopediste), Miriam Maddalena (volontaria) e Francesca Graziani, vice presidente di A.IT.A. Umbria. --


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information