sanitàSindaco Cristian Betti, chi vive il territorio sa come funziona la sanità territoriale e ha ben chiaro quanto viene fatto, quello che c'è da migliorare soprattutto quello che manca

(UNWEB) Corciano. Un Odg complesso ed articolato per impegnare il Sindaco e la Giunta a trasmettere il documento alle Autorità Sanitarie ed alla Regione Umbria così da avviare un percorso di interlocuzione finalizzato a valorizzare e, possibilmente, implementare, i servizi del Centro Salute di Ellera. E' quello che il Consiglio Comunale di Corciano, nell'ultima seduta, ha votato all'unanimità, condividendo le valutazioni della maggioranza (Pd e Lista Civica Cristian Betti Sindaco – ndr). "E' un documento finalizzato ad affermare che il Centro Salute di Ellera andrebbe potenziato tanto dal punto di vista del personale che dei servizi" sottolinea la consigliera Veronica Munzi, Presidente della commissione consiliare coesione sociale, sanità e sicurezza, tra i firmatari dell'Odg. "Siamo consapevoli della difficoltà del momento – aggiungono dalla Lista Civica Cristian Betti Sindaco -ma ci impegneremo con la coalizione ad attivare tutti i canali possibili per risolvere quanto prima questa problematica che ci sta a cuore". L'atto è partito dai dati statistici relativi al Comune di Corciano, che lo vedono come il terzo più densamente popolato della Provincia di Perugia (prima di Bastia e Perugia) con una popolazione residente al 1 gennaio 2020 di 21.469 unità, stimata in crescita, seppure più lentamente che in passato. Oltre ad essere il Comune con la popolazione più giovane dell'Umbria, Corciano è il secondo a livello regionale per la più basse percentuale di coniugati ed il terzo per la più alta percentuale di divorziati. Dati che concorrono a delineare una necessità di servizi ad hoc, anche dal punto di vista sanitario. Il Centro di Salute di Ellera, pertanto, assolvendo alle esigenze di un ambito territoriale che va da Magione a Perugia e, soprattutto, in considerazione dell'emergenza sanitaria vissuta e dell'impegno profuso, va visto come un bene da difendere e potenziare. Valorizzare le professionalità presenti, significa quindi supportarne il lavoro con un adeguato aumento di spazi e personale a tutto vantaggio delle attività connesse alla pandemia e di tutte le altre che non possono essere penalizzate. "E' auspicabile – sottolinea ancora Munzi - che il Centro Salute diventi sempre più un luogo in cui si realizza l'accoglienza e l'orientamento ai servizi, la prevenzione, la continuità nell'assistenza, la gestione ambulatoriale e domiciliare delle patologie croniche e quindi il completamento dei principali percorsi terapeutici che non necessitano di assistenza ospedaliera". Ed infatti, alla luce del fatto che la Regione sta mettendo a punto il nuovo Piano Sanitario Regionale, il Consiglio Comunale di Corciano ha convenuto di dovere e volere fornire il proprio contributo all'iter di definizione del Piano stesso. Il rinnovamento del sistema socio-sanitario dovrebbe avere come leva principale il potenziamento dell'assistenza territoriale, il cui valore di presidio della salute delle persone e delle comunità è emerso in modo evidente da un anno a questa parte. "Riteniamo questo Odg davvero importante – conclude il Sindaco Cristian Betti - avere un colloquio e un confronto con chi sta redigendo il Piano Regionale allargherebbe la prospettiva. Chi vive il territorio e sa come funziona la sanità territoriale ha ben chiaro quanto viene fatto, quello che c'è da migliorare soprattutto quello che manca".


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information