renda1jpg(UNWEB) Perugia - La capogruppo Blu Francesca Vittoria Renda ha presentato nei giorni scorsi un ordine del giorno con il quale invita l’amministrazione ad attivarsi presso gli enti competenti a livello regionale e nazionale per aprire un tavolo urgente di concertazione che affronti e risolva le modalità di connessione dei nostri territori con la rete dell’Alta velocità, mediante l’istituzione di almeno due coppie di Frecciarossa verso sud e due verso nord.
Nell’atto, la consigliera chiede anche all’amministrazione comunale di sollecitare il completamento del raddoppio della linea Spoleto – Foligno e il finanziamento della tratta Spoleto – Terni e, infine, di poter avere chiarimenti su tempi, costi e periodo di attivazione del secondo Frecciarossa da/e per Milano, che come annunciato dovrebbe partire dalla stazione di Milano alle 8,40 e far ritorno da Perugia alle 14,00.

“Per rompere l’isolamento ormai atavico in cui la nostra Regione è stata relegata per anni -ha precisato la consigliera Renda- è necessario un approccio manageriale alla programmazione e gestione, sia politica che tecnica, del sistema della mobilità. Il Frecciarossa Perugia - Milano costituisce un servizio fondamentale per l’ Umbria, ma non è sufficiente, da solo, per recuperare i gravi ritardi in cui il sistema stesso si trova. -ha proseguito- Ritengo che il grande lavoro svolto dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Umbria per il rilancio turistico del territorio non possa prescindere, adesso più che mai, dall’esistenza di reti infrastrutturali adeguate, che contribuiscano a favorire lo sviluppo economico del nostro territorio. Per questo, -ha concluso- Blu continuerà a sollecitare e sostenere ulteriori iniziative che rafforzino i collegamenti da Perugia sia verso sud che verso nord attraverso l’Alta Velocità.”

A questo riguardo, la consigliera Renda ha voluto ricordare il successo riscosso dal Frecciarossa Perugia-Milano istituito nel 2018, che, nel suo primo anno di attivazione, ha fatto registrare una media di 90 passeggeri al giorno per un totale di circa cinquantamila utenti, quasi il triplo di quanto era stato inizialmente previsto, incrementato addirittura nel 2019 a 180 passeggeri giornalieri in media. Numeri grazie ai quali, ha sottolineato la capogruppo Blu, la Regione Umbria ha potuto ottenere un notevole sconto sul costo di gestione annuale della tratta, come da tempo chiesto dalla presidente di Blu Adriana Galgano.

Di seguito il testo integrale dell’Odg della consigliera Blu Renda:

“PREMESSO:

che l’Umbria vive da anni in una condizione di isolamento infrastrutturale, risultando tagliata fuori dai grandi tracciati autostradali e ferroviari nazionali;

che gravi ritardi si registrano per il completamento del raddoppio della linea Spoleto-Foligno e il finanziamento della tratta Spoleto-Terni che consentirà di aumentare sensibilmente la competitività dei collegamenti veloci da/e per Roma;

che nella città di Firenze risultano attivi circa 253 collegamenti giornalieri ad Alta Velocità che fanno risultare il capoluogo toscano tra i più collegati d’Italia e località strategica per il turismo e per gli affari;

che nel 2018 l’Umbria ha siglato l’accordo con Trenitalia per arretrare da Arezzo, il Frecciarossa delle ore 06,11 alla stazione Fontivegge di Perugia permettendo così il raggiungimento della stazione di Milano in circa tre ore, prevedendo analogamente, la corsa del Frecciarossa in partenza da Milano alle 19,30 con destinazione la stazione di Perugia;

che tale collegamento ferroviario risulta quantomeno strategico e di vitale importanza per lo sviluppo del turismo e del commercio da/e verso la nostra Regione;

che anche in considerazione dell’interesse suscitato dalla nostra regione l’Umbria ha bisogno di almeno un altro collegamento ad Alta Velocità verso Nord;

che tale collegamento, annunciato già a mezzo stampa lo scorso mese di maggio dalla presidente Tesei, dovrebbe partire dalla stazione di Milano con orario alle 8,40 e far ritorno da Perugia alle 14,00, cosi come da tempo richiesto da Blu;

EVIDENZIATO:

che il Frecciarossa Perugia-Milano nel 2018, al suo primo anno di attivazione ha dimostrato di essere un vettore importante per la comunità, anche in considerazione del successo riscontrato nell’uso di questa modalità di trasporto; in dieci mesi questo treno ha fatto registrare una media di 90 passeggeri al giorno per un totale di circa cinquantamila utenti che hanno usufruito della linea, quasi il triplo di quanto era stato inizialmente previsto;

che il 2019 è stato un altro anno di grande crescita per i passeggeri del Frecciarossa Perugia–Milano, facendo registrare una media di 180 passeggeri giornalieri, nonostante da dicembre 2019 la fermata non sia stata più Milano Centrale, ma Milano Robredo;

che tutti i dati del traffico passeggeri pre-Covid19 della tratta Frecciarossa Perugia-Milano testimoniano la necessità di sostenere e rilanciare tale tipo di servizio particolarmente gradito e utile per una larga fascia di utenza;

che la Regione Umbria proprio in considerazione di questo grande successo di pubblico ha potuto ottenere un notevole sconto sul costo di gestione annuale della tratta, come ormai da tanto tempo chiesto da Bella Libera Umbria;

CONSIDERATO:

che tra gli obiettivi di mandato di questa consiliatura comunale c’è quello di sostenere in tutte le sedi competenti la necessità di rilanciare la capacità di collegamento di Perugia con gli assi nord-sud su ferro ad alta velocità;

che nel programma elettorale della Presidente Tesei per quanto riguarda riguarda l’Alta velocità, veniva scritto: “sulla scia del successo del collegamento Perugia–Milano, occorre puntare alla creazione di analoghi collegamenti verso sud (Roma-Napoli e Bari-Salerno) e al completamento dell’offerta con l’istituzione di corse con orari funzionali atti a migliorare le relazioni non solo in partenza ma anche in arrivo nella nostra regione a favore di turisti, studenti e imprenditori anche attraverso la riconversione degli attuali e obsoleti treni Intercity“;

che è urgente ritrovare un approccio manageriale nella programmazione e gestione, politica e tecnica, del sistema della mobilità, in grado di rompere l’isolamento a cui l’ Umbria è stata relegata in questi ultimi anni;

che il Frecciarossa Perugia- Milano costituisce un servizio fondamentale per l’ Umbria, ma non è sufficiente essendo necessarie almeno altre due coppie di treni ad Alta Velocità verso sud e verso nord;

che secondo gli ultimi dati Enit, Agenzia Nazionale del Turismo, la nostra regione risulta essere la meta turistica piu cliccata su Google anche grazie alla campagna di marketing territoriale ‘Io amo il mare dell’Umbria’ avviata dallo scorso mese di maggio dall’assessorato alla cultura e turismo della Regione Umbria;

che il grande lavoro di rilancio turistico svolto dall’assessorato alla cultura e al turismo della Regione Umbria non puo’ prescindere dall’esistenza di reti infrastrutturali adeguate;

SI IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA:

ad attivarsi presso gli enti competenti a livello regionale e nazionale per aprire un tavolo urgente di concertazione che affronti e risolva le modalità di connessione dei nostri territori con la rete dell’Alta velocità, mediante l’istituzione di almeno due coppie di Frecciarossa verso sud e due verso nord;

a sollecitare presso le competenti sedi il completamento del raddoppio della linea Spoleto – Foligno e il finanziamento della tratta Spoleto – Terni;

a chiedere chiarimenti su tempi, costi e periodo di attivazione del secondo Frecciarossa da/e per Milano”.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information