(UNWEB) “L'ampliamento della discarica di Orvieto voluto dalla Giunta Tesei non si combatte con le parole, ma con i fatti. Di fronte a un piano rifiuti che punta a costruire nuovi inceneritori ed ampliare le discariche, tra cui quella di Orvieto, cosa fa la sindaca Tardani? Si nasconde dietro le solite parole di circostanza per mascherare una triste realtà: la supina accettazione degli ordini di scuderia a scapito della salute dei cittadini e del territorio”. Lo dichiara il capogruppo regionale M5S, Thomas De Luca.

“La sindaca Tardani, che già nei precedenti incarichi di governo aveva contribuito ad allungare la vita de ‘Le Crete’, era molto brava a fare le barricate dall'opposizione. Vogliamo ricordare quando la destra cavalcò la fake news diffusa ad arte sull'allora sindaca di Roma, Virginia Raggi, ed i rifiuti che sarebbero arrivati da Roma. La sindaca Tardani dimostri una volta per tutte la sua effettiva contrarietà alla riprofilatura della discarica con un atto concreto. Vada in Consiglio comunale, metta nero su bianco la sua posizione in un documento firmato da tutti contro la Regione ed esprima parere contrario all'ampliamento nella Conferenza dei servizi. I giochi sono finiti, è l'ora dei fatti. Serve trasparenza e soprattutto partecipazione nei processi decisionali che riguardano il territorio di Orvieto”.

“Durante la precedente amministrazione di centrosinistra - prosegue il consigliere regionale - ricordiamo bene il secco No della sindaca Tardani all'ampliamento. Adesso non ci sono più alibi. Dimostri veramente che è disposta a mettere il bene della sua comunità di fronte agli ordini del suo partito e dell’assessore Morroni. Dimostri che tiene più alla salute dei cittadini e del suo territorio piuttosto che agli interessi della discarica, senza nascondersi dietro al giochino di scaricare su Terni e i suoi inceneritori il peso dell'incapacità e dell'arroganza della destra umbra. Come Movimento 5 Stelle - conclude - saremo sempre in prima fila in questa battaglia, anche ricostruendo la cronistoria delle vicende della discarica sin dai primissimi tempi. Siamo disponibili a partecipare a qualsiasi iniziativa delle associazioni. Non accetteremo passivamente decisioni che penalizzano il territorio e i cittadini. La sindaca Tardani dimostri di voler fare altrettanto”.


Nota. ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento o gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information