frantoi aperti1(UNWEB) – Perugia,  Si è svolta questo pomeriggio, a Perugia, al Salone d'Onore di Palazzo Donini, la cerimonia di celebrazione dei 25 anni di "Frantoi Aperti in Umbria".

Ad intervenire all'evento di celebrazione di questo anniversario "d'argento", la Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei che ha voluto innanzitutto ringraziare i produttori di olio che "fin dall'inizio, quando ancora mancava la consapevolezza sul prodotto, che non era affatto considerato un'eccellenza, hanno però compreso le potenzialità insite in Frantoi Aperti, evento precursore della promozione integrata. La celebrazione di oggi, conferma quanto siano state azzeccate le scelte portate avanti con coraggio, dai produttori e da coloro che negli anni si sono fatti carico di organizzare, comunicare e valorizzare a livello anche culturale Frantoi Aperti, fino a farlo diventare quello che è oggi, il primo evento in Italia volto a generare e sviluppare il "turismo dell'olio" e ad innalzare il livello di consapevolezza sull'eccezionalità del prodotto ed anche sull'importanza della cura del paesaggio olivato, mostrando anche a molti giovani l'opportunità lavorativa di un settore, quello olivicolo, che fino a pochi anni fa sembrava ad appannaggio soltanto della vecchia generazione".

A raccontare l'evoluzione, in questi 25 anni, di Frantoi Aperti è stato Paolo Morbidoni, Presidente della Strada dell'Olio e.v.o. Dop Umbria che ha ricordato come sia cambiata l'olivicoltura umbra. Alla nascita di Frantoi Aperti "non c'era la Dop, si cominciava la raccolta a fine novembre, si mettevano le olive nei sacchi di iuta, ancora in tanti frantoi erano le grandi macine di pietra a scandire i tempi di lavorazione e si prendeva spesso l'olio sfuso, in contenitori molte volte improvvisati. In quegli anni, in quell'incubatore di idee che è stato per diversi anni il Centro Agroalimentare dell'Umbria guidato dall'imprenditore Marco Caprai, è nato l'embrione di Frantoi Aperti per come lo conosciamo oggi. Aprire i frantoi in quegli anni sembrava un'eresia: luoghi spesso impreparati all'accoglienza di visitatori, opifici senza fronzoli, grigi e impregnati di odori acri di morchie, pensati solo per estrarre e conservare olio. All'inizio Frantoi Aperti era tutto concentrato in un unico week end di novembre diventato poi un mese di eventi dal 2009, un intero mese in autunno in cui i riflettori sono puntati su tutto il territorio regionale. 25 anni sono un traguardo considerevole per Frantoi Aperti in Umbria – ha proseguito Morbidoni - evento che non solo ha fatto da apripista alle prime esperienze di turismo dell'olio a livello nazionale, ma che è stato un vero e proprio incubatore di format che si sono consolidati nel tempo, che hanno fatto della contaminazione di linguaggi e di arti un modello che ha un po' rivoluzionato l'idea delle manifestazioni dedicate all'olio. Non solo momenti di folklore e degustazione confinati in ambito locale, ma un vero e proprio contenitore culturale che promuove l'Umbria dell'Olio nel suo complesso, accompagnando l'evoluzione delle imprese e dei territori con una comunicazione fortemente innovativa. Ci tengo particolarmente a ringraziare tutti i Comuni ed i Frantoi che hanno aderito a questa importante edizione, ADD Comunicazione che dal 2008 lavora alla crescita dell'evento occupandosi dell'organizzazione e la promozione di Frantoi Aperti; i partner e gli sponsor che in questa edizione hanno supportato Frantoi Aperti: You Mobility – Marketplace della Mobilità, VUSCom, BCC di Spello e del Velino, Tartufi Alfonso Fortunati, Fonti di Sassovivo, Buini Legnami, Coop Centro Italia e Centro Commerciale Collestrada. Partener tecnici sono: Umbria Webcam, Barbanera, Centro Commerciale PiazzaUmbra e Flex Village. Official Green Carrier: Trenitalia".

La cerimonia di celebrazione dei 25 anni di Frantoi Aperti in Umbria è stata anche l'occasione per lanciare il nuovo appuntamento, ideato dall'Associazione Strada dell'Olio e.v.o. Dop Umbria, de "La Grande Pedalata" lungo la Fascia Olivata Assisi – Spoleto, un evento itinerante per le due ruote, che verrà organizzato per il 2023 in collaborazione con FIAB Umbria, FIAB Foligno, Ciclostorica La Francescana e con il partner tecnico You Mobility – Marketplace della Mobilità (www.lagrandepedalata.it ).

Alla cerimonia erano presenti i rappresentanti dei Comuni aderenti all'edizione 2022 di Frantoi Aperti in Umbria: Amelia, Arrone, Assisi, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Giano dell'Umbria, Gualdo Cattaneo, Gualdo Tadino, Magione, Passignano sul Trasimeno, Spello, Spoleto, Todi, Trevi, Tuoro sul Trasimeno e l'Unione dei Comuni del Trasimeno; i responsabili dei Frantoi aderenti:

Frantoi aderenti nella provincia di Terni:

ad Amelia il Frantoio Suatoni, l'Oleificio Coltivatori Diretti di Amelia ed il Frantoio Italy Hearth, ad Arrone il Frantoio Oleario Bartolini Emilio; a Montecchio (Tr) il Frantoio Ricci; l'Oleificio Cecci di Castel Viscardo (Tr) ed a Guardea la Cooperativa Oleificio di Guardea.

Frantoi aderenti nella provincia di Perugia:

Ad Assisi il Frantoio Le Vecchie Macine, a Bettona l'Azienda Agraria Decimi ed il Frantoio Mannelli - Poggio degli Olivi, a Bevagna il Frantoio Petasecca Donati, a Campello sul Clitunno il Frantoio Oleario Eredi Gradassi e il Frantoio Marfuga, a Castel Ritaldi il Frantoio Settimi e l'Oleificio Cooperativo Colle del Marchese, a Castiglione del Lago la Cooperativa Oleificio Pozzuolese; a Collazzone Il Frantoio I Potti de Fratini, a Foligno l'Antico Frantoio Petesse, il Frantoio dell'Eremo, il Molino il Fattore di Luigi Tega e in pieno centro storico l'Azienda Agraria Clarici, a Giano dell'Umbria l'Azienda Agraria Moretti Omero, l'Agricola Locci, il Frantoio Eredi Del Sero, il Frantoio Filippi ed il Frantoio Speranza. A Gualdo Cattaneo l'Az. Agr. Casa Rocco, il Frantoio Clerici ed il Frantoio Silvestri, ad Agello di Magione il Frantoio CM Centumbrie, a Perugia il Frantoio Berti e l'Antico Frantoio Trampolini, a Spello il Frantoio di Spello uccd, a Todi l'Az. Agr. Passo della Palomba e il Frantoio La Casella, a Torgiano il Frantoio La Montagnola e a Trevi il Frantoio Gaudenzi e la Società Agricola Trevi "Il Frantoio".

La cerimonia si è conclusa con l'omaggio alla Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, dell'Almanacco e Calendario Barbanera nella versione speciale fatta per Frantoi Aperti. Barbanera altra eccellenza umbra, come l'olio e.v.o. è una tradizione tutelata dall'Unesco nel programma "Memory of the World". Alla Presidente Tesei è stata inoltre donata una riproduzione anastatica del primo Calendario Barbanera del 1762 edita in tiratura limitata di 100 copie numerate e firmate dall'editore Feliciano Campi, realizzata in occasione dei 260 anni dalla sua prima edizione.

Frantoi Aperti 2022 è un evento che fa parte del progetto "Esperienze lungo le Strade dell'Olio Dop Umbria" – PSR per l'Umbria 2014-2020 - Misura 16.3.3., organizzato dall'Associazione Strada dell'olio e.v.o. Dop Umbria, con il patrocinio di ENIT – Agenzia nazionale del Turismo, MIPAAF, Ministero del Turismo, Sviluppumbria; in collaborazione con la Regione Umbria, l'Università degli Studi di Perugia e con tutti gli attori del comparto olivicolo umbro. Alcuni dei momenti musicali sono realizzati con il sostegno dei fondi POR FESR Umbria 2014/2020 Az. 3.2.1. Avviso pubblico sostegno spettacoli dal vivo, progetto "Musica tra gli Ulivi".


stampaitalia 300x250