Screenshot 2021 05 07 Conferenza di Caserta pre gara Perugia Como2Non mollare mai

L’insegnamento più importate che ho tratto dal campionato appena vinto è che non bisogna mai mollare, restare concentrati nelle difficoltà, se si ha un obiettivo, continuare a perseguirlo e crederci. Questo lo sapevo anche da giocatore, ma ora che sono un allenatore ho capito che bisogna  trasmettere ai giocatori la voglia di non mollare mai, soprattutto nelle difficolta.

Ricaricare la concentrazione

Finirà ci siamo concentrati e abbiamo pensato solo a vincere il campionato. Ora, però, dobbiamo farci trovare pronti per questa gara difficile, anche se dopo i festeggiamenti non è facile  ricaricare l’attenzione e la concentrazione, tenuto conto che veniamo da dieci mesi di lavoro e tensioni. Ai ragazzi ho dato tre giorni liberi, ma ho detto che ora si torna al lavoro per  cercare di fare risultato.

Onorare la Supercoppa

Dobbiamo cercare di farle bene le due partite di Supercoppa. So per esperienza che se non si sta  concentrati, si rischiano brutte figure, e sarebbe un peccato.  Ma noi vogliamo onorare la coppa e cercare di vincere, torniamo perciò al lavoro  per chiudere l’annata e fare una bella gara. Sarebbe peccato fare brutte figura.

Como squadra strutturata. Attenti alle ripartenze

Ho visto due partite del Como, una quella contro l’Alessandria.  I lariani sono una squadra strutturata, sanno da giocare da dietro ma prediligono molto le ripartenze. Giocano un 4/4/2 molto offensivo, hanno esterni molto bravi e anche due attaccanti temibili. Si difendono con molti uomini sotto linea palla e ripartono grazie ai loro uomini di gamba. Giocano bene, dobbiamo stare molto attenti.

Stavolta sono già convinto da oggi di chi far giocare.  Credo che occorra dare spazio anche chi ha  giocato di meno, ma si è impegnato e ha dato l’anima quando è stato chiamato in causa.

Negro non c’è di sicuro. Per Vano valutiamo oggi è vedremo se rischiarlo o no. Falzerano fa parte del gruppo e non mi sembra  giusto parlare di quello che è successo, perché dobbiamo goderci questo momento di gioia, dato che nel calcio a ben vedere non c’è ne sono molti. Marcello sa cosa ha fatto e si è scusato. Non voglio parlare  di questo.

Daniele Orlandi – Agenzia Stampa Italia


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information