Stadio Città di Torino (UNWEB Umbertide. Il Consiglio Comunale di Umbertide nella seduta del 30 novembre ha approvato all'unanimità il progetto di fattibilità tecnico-economica e il progetto definitivo per gli interventi di adeguamento funzionale dello stadio “Città di Torino”, al fine far diventare l'impianto di proprietà comunale.


“La proposta che viene portata all'attenzione del Consiglio – ha detto l'assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Villarini – è importante e necessaria per avviare il processo di espropriazione dello stadio Città di Torino. Il progetto definitivo ha un importo di 140mila euro provenienti da mutuo acceso dal Comune di Umbertide. Come previsto dal progetto verrà rifatta tutta la recinzione dello stadio. Viene così dichiarata la pubblica utilità dell'opera e viene apposto il vincolo preordinato di esproprio e allineata la parte strutturale del Prg con la parte operativa”.
“Il Città di Torino – come ha ricordato l'assessore - non è di proprietà del Comune ma è di proprietà della Tiberis Srl che nel 1972 aveva dato in gestione al Comune lo stadio. La società risulta non più operativa e attiva, tanto che l'ultimo atto risale al 1976 con la pubblicazione del bilancio, ma legalmente la società non risulta estinta in quanto non c'è un atto di cancellazione dell'iscrizione dal registro delle imprese. Lo stadio Città di Torino rappresenta un patrimonio storico culturale e risorsa imprescindibile per gli spazi delle società sportive del territorio. Per questo è primario interesse di questa Amministrazione consentire alla cittadinanza di poter tornare a fruire dello stadio Città di Torino per rispondere sempre al meglio alle istanze di tutte le società sportive umbertidesi”.
Posto in votazione il progetto di fattibilità economica e il progetto definitivo per gli interventi di adeguamento funzionale per far diventare lo stadio “Città di Torino” di proprietà comunale è stato approvato con il voto unanime dei consiglieri presenti.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information