Schermata 2024 01 22 alle 09.42.05(UNWEB) Sabato prossimo, 27 gennaio, dalle ore 9 alla Sala dei Notari, si terrà la celebrazione del Giorno della Memoria dedicato quest’anno a “Le donne ebree italiane dalle Leggi razziali del 1938 alla Shoah”.

L’evento si svolgerà in due momenti: una tavola rotonda con interventi su donne ebree protagoniste del periodo in oggetto e la cerimonia di installazione della prima stolpersteine (pietra d’inciampo) dedicata a una cittadina ebrea di Perugia, suicidatasi il 4 dicembre 1943 per sfuggire all’arresto e alla conseguente deportazione prevista dalla Carta di Verona della Repubblica Sociale Italiana del novembre 1943.

Si cercherà di ricordare con storie di vita e foto, le donne che, tra 1938 e 1945 – pur avendo tanto contribuito alla cultura, alla scienza e in generale all’emancipazione culturale e sociale dell’Italia dell’epoca – pure furono perseguitate, e per lo più assassinate, per la loro appartenenza all’ebraismo, trovandosi ad affrontare persecuzione e mondo concentrazionario con modalità spesso, se possibile, peggiori di quelle dei loro compagni maschi, per cui si ritiene importante indagare anche gli aspetti di genere dell’intero fenomeno.

Dopo i saluti istituzionali di rito, tenuti da Leonardo Varasano, assessore alla cultura del Comune Perugia, Marco Terzetti, presidente ANEI (Associazione Nazionale ex-Internati) e Maria Luciana Buseghin, presidente Associazione Italia-Israele di Perugia, sono previste le seguenti relazioni: Annalisa Cegna, direttrice dell’Istituto storico di Macerata e Università di Macerata, Donne ebree tra internamento e deportazione; Elena Antonelli, docente specializzata in didattica della Shoah, Scienziate ebree italiane tra pregiudizi di genere e di “razza”; Emilia Peatini, direttrice Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea di Treviso, Donne veneziane nella Shoah: Olga Blumenthal e le altre; Maria Luciana Buseghin, Artiste, critiche d’arte e scrittrici nella persecuzione antiebraica nazi-fascista.

Seguirà la testimonianza di Elena Colonna, testimone della Shoah, autrice di Milena e i suoi fratelli. Sette brevi storie, più altre quattro, per non dimenticare, Rubbettino, 2003.

Alle ore 12.30 in piazza Biordo Michelotti 6, Perugia, si terrà la cerimonia di posa della pietra di inciampo in ricordo di Ada Almansi Rimini con la partecipazioni delle istituzioni e un reading degli studenti del Liceo Classico Annibale Mariotti.


LocandinaScacchi2

 AVIS

80x190