elenco prezzi(ASI) Perugia- Costruire un edificio di edilizia residenziale in Umbria potrà costare in media anche il 2 per cento in meno rispetto allo scorso anno. E' l'effetto dei nuovi prezzi di materiali, manodopera e sicurezza che l'apposita Commissione tecnica della Regione dell'Umbria ha fissato e che resteranno in vigore fino al giugno 2016.

Il nuovo elenco regionale dei prezzi e dei costi minimi della manodopera per lavori edili, impianti tecnologici, infrastrutture a rete, lavori stradali e impianti sportivi per l'esecuzione di opere pubbliche ed il nuovo elenco dei costi per la sicurezza dei lavoratori sono stati presentati questa mattina, mercoledì 18 febbraio, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella sede di Piazza Partigiani, dall'assessore regionale ai lavori pubblici Stefano Vinti e dal coordinatore dell'area Diego Zurli. ""L'elenco prezzi, ha spiegato l'assessore, non solo è lo strumento fondamentale per i progetti e gli appalti di opere pubbliche, ma è anche un riferimento importante per il settore privato. Il documento che presentiamo oggi, e che rimarrà in vigore fino al giugno 2016, è frutto di un intenso lavoro dell'apposita Commissione tecnica che, nel corso dell'anno appena passato, ha analizzato i prezzi elementari edili, degli impianti, della manodopera, dei trasporti e dei noli che sono posti a base della costruzione dei costi delle lavorazioni che compongono un elenco prezzi per oltre 16.000 voci.
I prezzi proposti dalla Commissione Tecnica sulla base delle indagini di mercato hanno tenuto conto del periodo di rilevazione giugno 2012/giugno 2013 per i prodotti e materiali regolati da listini tenendo conto dello sconto medio praticato alle aziende del settore, di una fornitura media del materiale, di un cantiere di media difficoltà. Per i materiali suscettibili di variazione frequente (quindicinale o addirittura quotidiana) le indagini si sono protratte fino a fine dicembre 2013. Per questo motivo, i listini di alcuni materiali, pur restando invariati da anni, praticano sconti maggiori rispetto alle precedenti rilevazioni. E' evidente che abbiamo cercato anche di contemperare i costi con il particolare momento di crisi che vive il settore edile, dedicando comunque la massima attenzione alle problematiche della sicurezza nei cantieri".
"Sono numerose le novità contenute nel nuovo elenco prezzi - ha affermato l'assessore Vinti -. Innanzitutto quelle che riguardano la sicurezza dei cantieri e dei lavoratori. Sono state inserite voci relative alla sicurezza nei cantieri stradali quali il carrello omologato per preavviso di cantiere mobile e i delineatori flessibili bifacciali e sono state revisionate e inserite voci relative alle recinzioni di cantiere e agli ascensori da cantiere.
A supporto della nuovissima normativa regionale emanata a dicembre - ha proseguito Vinti - che consiste nel regolamento regionale per la protezione delle cadute dall'alto in edilizia, sono state inserite tutte quelle voci necessarie a computare sia il costo degli apprestamenti permanenti che temporanei riguardanti la protezione dei lavoratori dalle cadute dall'alto.
Grazie a questa normativa, i tetti regionali si doteranno nei prossimi anni di presidi permanenti per garantire la sicurezza dalle cadute dall'alto degli operai che effettuano manutenzioni".
Sono state inserite le voci relative alle scale cosiddette alla marinara, ai parapetti in acciaio zincato a caldo e in alluminio sia permanenti e diventano dotazione degli edifici, sia temporanei che si trovano nel capitolo relativo ai costi per la sicurezza.
Sono state riviste inoltre tutte le lavorazioni riguardanti le impalcature mobili su ruote utilizzate principalmente per lavori di edilizia, verniciatura e manutenzioni in genere, quali i trabattelli.
Per quanto riguarda l'organizzazione di cantiere, sono state aggiornate tutte le voci riferite ai nuclei abitativi per cantiere, ai bagni chimici.
"Sono state inserite le voci relative alla protezione degli operai che effettuano lavorazioni in ambienti confinati, luoghi questi dove avvengono incidenti mortali sia in edilizia che in industria – ha sottolineato Vinti -. L'inserimento di queste voci, oltre che essere necessario per la computazione dei costi per la sicurezza, vuole porre l'attenzione sulla progettazione e sulla protezione dei lavoratori in ambienti confinati, quali silos, vasche e fosse biologiche, collettori fognari, depuratori e serbatoi utilizzati per lo stoccaggio di sostanze pericolose.
E' stato inserito un nuovo capitolo relativo alla bonifica da ordigni esplosivi delle aree di intervento, che in alcune zone della nostra regione si rende ancora necessaria, al fine di prevenire incidenti durante la costruzione di nuovi edifici".
Nel versante "prezzi" dei materiali è emerso, dalle rilevazioni effettuate, la diminuzione del costo di quelli più utilizzati in edilizia quali, l'acciaio in genere, l'acciaio in barre tonde (-11,61 per cento), la rete elettrosaldata (–4,55 per cento), il rame (–9,84 per cento), mentre alcuni prezzi elementari quali calcestruzzo e i laterizi in genere, non hanno subito variazioni. Questo ha comportato che il prezzo delle lavorazioni dove sono presenti calcestruzzo e laterizi sono rimasti invariati, così come quelle riguardanti gli impianti tecnologici per i quali l'aumento della manodopera è stato compensato dalla diminuzione dei materiali quali ad esempio il rame.
Le lavorazioni che prevedono l'utilizzo di acciaio in genere, invece diminuiscono mediamente del 3–4 per cento.
Il prezzo del gasolio che è diminuito mediamente del 10,18 per cento, ha comportato una diminuzione del circa il 3-4 per cento dei noli, ovvero del costo delle macchine da cantiere.
Una delle novità della edizione 2015, è la revisione del capitolo degli infissi, che è stato aggiornato tenendo conto dei nuovi materiali e delle nuove tecnologie costruttive determinate dalla maggiore attenzione all'efficienza energetica richiesta agli edifici, sia nuovi che esistenti.
Anche in questo paragrafo sono stati individuati gli elementi basilari più diffusi in commercio, corredati da ulteriori voci relative a maggiorazioni per singole lavorazioni, in modo da riuscire a combinare due o più elementi.
Per consentire una migliore efficienza energetica negli edifici, è stata inserita una tipologia di muratura portante e da tamponatura antisismica ad alte prestazioni energetiche, realizzata con blocchi a doppia parete con interposto isolamento.
Con riferimento ai lavori stradali, sono state inserite e aggiornate le voci relative ai chiusini ed alle griglie in ghisa sferoidale, adeguandole ai nuovi carichi richiesti alle pavimentazioni stradali.
Per quanto riguarda l'aggiornamento di tutte le altre lavorazioni contenute nell'elenco prezzi, sono stati analizzati i prezzi elementari edili, degli impianti, della manodopera, dei trasporti e dei noli che sono posti a base della costruzione dei costi delle lavorazioni che compongono l'elenco dei prezzi.
Infine i prezzi della manodopera, rilevati dalla sottoscrizione di accordo sindacale regionale, ed integrativo del CCNL nella provincia di Perugia e Terni, sono rimasti invariati nel comparto edile, mentre hanno subito un aumento del 1,50 per cento medio, nel comparto metalmeccanico.
Le stazioni appaltanti, per i progetti di opere pubbliche, adottano l'Elenco regionale dei prezzi e l'Elenco dei costi per la sicurezza a far data dal 1 Gennaio 2015. L'elenco prezzi edizione 2013 cessa di avere validità il 31 dicembre 2014 e può essere transitoriamente utilizzato fino al 30 giugno 2015 per i progetti a base di gara la cui approvazione sia intervenuta entro tale data.


Immagine WhatsApp 2024 02 24 ore 15.27.34 f9718639

 AVIS

80x190