271190134 3176059735964376 8452932377080710108 n(UNWEB) “L’iter di approvazione della legge regionale sulla famiglia prosegue, il consigliere regionale Andrea Fora la smetta di fare propaganda politica. Le vicende legate alla pandemia hanno solo rallentato il percorso, ma di certo non ci impediranno di portarlo a termine”. Così i consiglieri regionali Stefano Pastorelli e Paola Fioroni (Lega Umbria) in una nota “condivisa con il responsabile del Partito per le politiche familiari in Umbria, senatore Simone Pillon”.

“Al momento della stesura della legge abbiamo avviato un percorso di partecipazione con le associazioni e gli stakeholder del territorio di cui il consigliere Fora dovrebbe essere a conoscenza – proseguono i leghisti –. Nel mese di gennaio la discussione sul documento verrà calendarizzata nella Terza commissione consiliare competente che, ricordiamo, occupandosi di sanità e sociale, è stata impegnata nelle dinamiche inerenti le strategie di contenimento e gestione della pandemia. Siamo quindi certi – continuano - che le richieste di audizione avanzate mesi fa dalla Lega troveranno risposta già nelle prossime settimane dal presidente Eleonora Pace. Da tempo abbiamo avviato anche un dialogo con la giunta Tesei affinché la legge potesse avere le opportune coperture finanziarie e siamo in attesa di risposte”.

“Stiamo lavorando e continueremo a farlo – assicurano Pastorelli e Fioroni -, su una serie di provvedimenti in cui si inquadra anche la legge regionale, che rimettono al centro la famiglia come nucleo fondante della società, ragionando su politiche di mainstreaming e di empowerment, nella considerazione di una agenzia per la famiglia, la cui costituzione è prevista nella legge regionale, dove istituzioni e stakeholder possano confrontarsi e costruire insieme progetti per sostenere le famiglie”.

“In questo periodo – continuano - non abbiamo certo abbandonato il territorio o lasciato sole le famiglie umbre, come qualcuno tenta maldestramente di far credere ai cittadini. Ricordiamo, ad esempio, la recente approvazione della legge sulle case popolari che guarda in maniera specifica alle esigenze dei cittadini in difficoltà, giovani coppie e nuclei familiari numerosi, oltre alla previsione di maggiori risorse a disposizione del bonus natalità. Misura – concludono gli esponenti della Lega Umbria - che vogliamo far diventare presto strutturale per garantire maggiore sostegno alle coppie che decidono di avere dei figli”.


Nota. ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento o gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information