(UNWEB) “Nemmeno la quinta ondata, che ha superato tutte le precedenti, riesce a far ragionare la Giunta Tesei: il nuovo regalo agli umbri è la sospensione del servizio delle Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) tutti I weekend nel pieno della pandemia.

Queste unità, nate per far fronte al Covid, si sono rivelate fondamentali e stopparne l’attività proprio in quei giorni in cui i medici di medicina generale non sono in servizio risulta una decisione inspiegabile e assurda”. Così il consigliere regionale Tommaso Bori (Pd- vicepresidente della commissione Sanità) che annuncia una interrogazione “per capire quali siano stati i motivi che hanno portato la Giunta Tesei a percorrere una strada così pericolosa”.

“Una scelta del genere – spiega Bori – è portatrice di rischi incredibili, in un momento di recrudescenza della pandemia, con più 18 ricoverati solo nel primo giorno dell’anno, per un totale di 159 pazienti positivi ricoverati in ospedale. Così, invece di stabilizzare l’assistenza domiciliare per i pazienti positivi, si va a creare un vuoto assistenziale inaudito, che lascia lo spazio al fai da te e, inevitabilmente, asseconda la paura e la psicosi”.

“Ancora una scelta sbagliata dunque – prosegue Bori – con l’obiettivo, neanche tanto latente, di smantellare un sistema pubblico sempre di più ingessato da decisioni incomprensibili e paradossali. Questa riguardante le Usca, la cui continuità, già insita nel nome viene meno, è infatti solo l’ultima, dopo una serie di ritardi e non scelte che hanno portato gli umbri, ancora una volta, a misurarsi con la carenza di servizi sanitari su interi territori. Gli umbri - conclude - non meritano questo”.


Nota. ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento o gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information