179513704 2987593448144340 8952414958132964 nLa Terza commissione consiliare, presieduta da Eleonora Pace, ha avviato l’istruttoria sulla proposta di legge di Simona Meloni (Pd) inerente la ““Diffusione delle tecniche salvavita di disostruzione in età pediatrica e di rianimazione cardiopolmonare e di primo soccorso”.

 

(UNWEB) Perugia, – La Terza commissione consiliare, presieduta da Eleonora Pace, ha avviato l’istruttoria sulla proposta di legge di Simona Meloni (Pd) inerente la ““Diffusione delle tecniche salvavita di disostruzione in età pediatrica e di rianimazione cardiopolmonare e di primo soccorso”.

“L’obiettivo – ha spiegato la stessa Meloni – è quello di impegnare la Regione, nell’ambito della prevenzione primaria, a promuovere la massima diffusione della conoscenza delle tecniche salvavita, quali, appunto, la disostruzione delle vie aeree in età pediatrica, al fine di prevenire il soffocamento accidentale e la rianimazione cardiopolmonare secondo gli specifici protocolli Bls (Basic life support) e Bls-d (Basic life support and defibrillation, supporto di base delle funzioni vitali e defibrillazione). Un tema questo - aggiunge - che era nella X Legislatura stato oggetto di un analogo progetto di legge promosso dalla consigliera del PD, Carla Casciari. I destinatari delle misure saranno le famiglie dei minori nonché il personale scolastico docente e non docente operante nel territorio regionale presso i servizi socio-educativi per la prima infanzia, le scuole dell'infanzia e le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado. Anche agli studenti dell'ultimo anno delle scuole secondarie di secondo grado saranno destinatari di specifici corsi”.

“Al fine di rendere queste tecniche sempre più conosciute e maggiormente diffuse tra la popolazione – sottolinea - la proposta di legge prevede che la Regione attivi inoltre delle campagne di comunicazione sulla materia oltre alla promozione di specifici protocolli o intese, percorsi formativi ed informativi sulle tecniche salvavita, rivolte, in particolare, al personale docente e non docente e alle stesse famiglie".

I corsi di formazione dovranno essere tenuti presso centri di formazione accreditati che svolgano corsi di primo soccorso Bls e Bls-d. Prevista inoltre una specifica premialità rispetto ai criteri relativi ai bandi e nell’erogazione di contributi a favore dei soggetti che gestiscono servizi socio-educativi per la prima infanzia, o scuole dell'infanzia, scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, che realizzeranno percorsi informativi e formativi sulle tecniche salvavita previste dalla legge”.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information