271212333 3176254205944929 3971754866772341007 n(UNWEB) “La sicurezza cittadina al centro dell’azione politica delle amministrazioni locali a trazione Lega”. È quanto dichiara il consigliere regionale Manuela Puletti (Lega) che esprime “soddisfazione per le decisioni messe in campo in qualità di capo dipartimento sicurezza e immigrazione del partito in Umbria”.

“In un momento difficile come questo – spiega Puletti – è indispensabile che le istituzioni locali siano vicine ai cittadini e alle esigenze dei territori. Oltre alla pandemia ci sono questioni sulle quali non bisogna mai abbassare la guardia, questioni molto vicine alla Lega che ne ha sempre fatto una battaglia. Tra queste c’è il tema della sicurezza, la necessità di garantire l’incolumità dei cittadini e proteggerli da furti e aggressioni nel contrasto alla microcriminalità. Le amministrazioni locali guidate dai sindaci della Lega si stanno dimostrando in prima linea”.

“In particolare – prosegue Puletti - un plauso va al lavoro del sindaco di Umbertide Luca Carizia e alla sua squadra, per la recente assunzione di due nuovi agenti di Polizia Locale che andranno a potenziare il personale a disposizione. Sempre a Umbertide era stato di recente implementato il sistema di videosorveglianza e si era provveduto all’acquisto della nuova stazione mobile per garantire efficienza agli interventi su strada. Importante anche il lavoro del sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, della giunta e dei consiglieri comunali della Lega, attraverso l’ammodernamento e l’implementazione del sistema di sorveglianza per assicurare il controllo di centro e periferie. Stesso impegno, con particolare attenzione ai parchi pubblici, anche a Terni con il sindaco Leonardo Latini che sta restituendo decoro a una città abbandonata per troppi anni dalla sinistra”.

“Senza dimenticare – conclude Puletti - il costante impegno a Perugia da parte del gruppo consiliare Lega e dell'assessore Merli o a Gubbio dove i nostri consiglieri comunali della Lega, a seguito di vari episodi di vandalismo e violenza in città, culminati con la rissa scoppiata nella notte di San Silvestro in pieno centro, hanno chiesto al sindaco di attivarsi per introdurre la misura del ‘Daspo urbano’, al fine di allontanare dalla città quelle persone che mettono a rischio la salute dei cittadini o il decoro urbano”.


Nota. ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento o gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information