MBvisual 20201203 203259 1484(UNWEB) Civitanova chiama, Perugia risponde. I cucinieri ieri avevano battuto per 3-0 Cisterna, questa seta ad imitarli è stata la Sir Safety Conad, che con analogo punteggio ha regolato la Leo Shoes Modena, che ha cercato di reagire dopo le critiche ai suoi giocatori di Andrea Giani, ma di fronte alla voglia di vincere di Leon e compagni lo scoglio si è rivelato pressoché insormontabile. È tuttavia presto per capire se le difficoltà post Covid sono superate: la prossime partite, prima in ordine di tempo lo scontro con Piacenza dell'ex Bernardi, saranno importanti per capire se il peggio è realmente alle spalle. La strada tracciata però è quella giusta. I bianconeri, per effetto di questi tre punti, tornano subito in testa alla classifica, il che non è certamente poco. 

MB5 0636 uxga- Squadra da oggi al lavoro a Pian di Massiano, dopodomani si recupera la gara valida per la nona di andata contro gli emiliani di coach Giani. Presenta il match Dragan Travica: “Modena viene da una sconfitta e sicuramente avrà grande voglia di rivalsa. Noi cercheremo di recuperare bene, di studiare al meglio la partita e scenderemo in campo per offrire la nostra miglior prestazione” -

MBvisual 20201129 185035 63070- Partita di grande intensità dei Block Devils contro l’ottima formazione calabrese. Con Russo indisponibile, i ragazzi di Heynen mettono in campo tutta la loro voglia di vincere, si dimostrano di marmo da un punto di vista mentale e ritrovano, seppure a sprazzi, il loro ritmo di gioco. Leon è una furia, ne mette 28 con 7 ace. Perugia si riprende così la vetta della classifica. Le parole di Dragan Travica: “Sono contento, era una gara difficile, è stata una bella partita e portiamo a casa tre punti d’oro. Abbiamo dimostrato tanta fame di vincere. È una nostra caratteristica e, soprattutto in una situazione dove non siamo eccellenti dal punto di vista tecnico, è fondamentale” -

Clara Pastorelli 1(ASI) Perugia. Abbiamo raggiunto l'Assessore Clara Pastorelli per saperne di più sullo stato di avanzamento del progetto relativo al rifacimento dello Stadio 'Renato Curi' di Perugia. Sono emersi importanti novità e qualche chiarimento, resosi necessario alla luce delle numerose indiscrezioni circolate negli ultimi due mesi.

Schermata 2020 11 21 alle 17.48.28(UNWEB) Perugia. Uno stop in una delle partite più brutte viste al Curi quest’anno. Uno stop da analizzare bene e da non archiviare solo con l’etichetta “giornata storta”.   Il Perugia resta impigliato nella rete fitta del Gubbio e non solo si arresta, per oggi,  il processo di crescita della squadra, ma si impongono domande di fondo e di prospettiva. Perché la squadra di Caserta conferma la sua solidità difensiva, ma anche le difficoltà, oggettive, a segnare.

Atanascjevic- L’attesa sta per finire, tra due giorni, dopo lo stop forzato causa Covid, i Block Devils tornano in campo per la Superlega con la trasferta di Monza. L’opposto serbo: “Sappiamo che non ci aspetta un periodo facile. Sono in arrivo tante trasferte e tante partite una di seguito all’altra, ma siamo una squadra forte e saremo pronti ad affrontarle. Contro Monza abbiamo sempre avuto difficoltà in questi ultimi anni. È una squadra che difende tanto e con un contrattacco che funziona molto bene. Sarà una partita difficile, daremo il massimo come sempre” -

MB5 32672 uxga 1024x683- Ospite ieri sera a Sottorete, il centrale bianconero ha parlato del suo periodo di isolamento: “Sono stato tra i primi ad essere contagiato. Sono stato fortunato, avendo avuto sintomi non molto forti e solo per pochi giorni. Non è stato semplice spiegare a mia figlia quello che stava accadendo”. All’orizzonte domenica il rientro in campo a Monza: “Abbiamo dimostrato già in più occasioni l’unione del nostro gruppo quindi, nonostante le varie difficoltà che avremo dopo questo periodo di stop, mi aspetto che andremo a fare la nostra partita, che lotteremo tutti insieme e che ognuno di noi farà il suo massimo per portare a casa dei punti” -

Schermata 2020 11 15 alle 17.23.20 768x397(UNWEB) Non si può vincere sempre. Bisogna anche sapersi accontentare, anche se magari, occasioni alla mano, meriteresti qualcosa in più. Partite come queste, disputate per giunta su un campo difficile, si possono anche perdere e alla fine della fiera è meglio essere conservativi e continuare a muovere la classifica. Il Perugia ha confermato il suo ottimo momento di forma andando ad imporre per larghi tratti il proprio gioco anche al Cabassi ma è mancata la giusta cattiveria sottoporta, con la quale il risultato sarebbe potuto invece essere diverso. Quel che conta però è che si sia centrato il settimo risultato utile consecutivo con una difesa che continua a non concedere alcun tiro in porta agli avversari. Di questo passo essere ottimisti è d’obbligo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information