IMG 20200302 WA0021(UNWEB) Perugia. Nella giornata di ieri 2 marzo, in occasione del XVII Anniversario del sacrificio del Sovrintendente Capo della Polizia di Stato Emanuele Petri, Medaglia d'Oro al Valor Civile, vittima di un agguato di matrice terroristica durante l'espletamento del servizio su un treno regionale nella tratta Roma – Firenze, si è tenuta, a Tuoro sul Trasimeno, la cerimonia di commemorazione alla presenza della vedova Alma Petri, del Prefetto della Provincia di Perugia dr. Claudio Sgaraglia, del Questore della provincia di Perugia dr. Antonio Sbordone, dei rappresentanti delle Forze dell'Ordine locali e provinciali, del Sindaco di Tuoro sul Trasimeno Maria Elena Minciaroni ed una rappresentanza dell'Associazione Nazionale Polizia di Stato.

ASS Minelli(UNWEB) Gubbio. "A seguito dell’ordinanza della Presidente della Giunta Regionale 26 febbraio 2020, n. 1 si rende noto a tutta la cittadinanza che, pur non essendo ancora presenti casi di contagio nella nostra regione, è necessario rispettare tutte le misure preventive indicate nella suddetta.

Beato Francesco(UNWEB) FERENTILLO  – Si è svolta nei giorni scorsi a Ferentillo la ricognizione delle spoglie, riesumate, del Venerabile Francesco Romanelli da Precetto. Nella chiesa di Santo Stefano si è infatti svolta un’iniziativa che potrebbe portare all’avvio del processo di beatificazione del sacerdote e predicatore dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, nato a Ferentillo il 27 febbraio del 1564 e morto il 6 gennaio del 1645 nel Convento di Santa Illuminata.

(ASI) Fortunatamente negativo il test sul tampone della paziente ricoverata ieri nel primo pomeriggio al reparto malattie infettive dell'ospedale di Perugia, di cui questa testata aveva dato anticipazione. La paziente aveva seguito tutte le procedure previste  dai protocolli per i casi sospetti  da coronavirus in quanto aveva dei sintomi febbrili accentuati.

(ASI) Sono in corso in queste ore gli accertamenti su un caso sospetto di Covid 19 ricoverato al Reparto Malattie Infettive dell’Ospedale di Perugia. Il paziente, pare di sesso femminile, avrebbe avuto contatti in un ufficio di Milano nei giorni scorsi con due persone di Codogno attualmente in cura perché risultate positive ai test del coronavirus.