PresentazioneIniziativaNoricia11(UNWEB) Perugia. Ha avuto luogo stamani nella sala stampa del Curi la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa a favore delle popolazioni colpite dal sisma. “I Love Norcia” questo il nome della onlus nata per sostenere tutti coloro che sono stati colpiti dalla violenza del sisma che domenica scorsa ha messo in ginocchio gli abitanti di Norcia e dei comuni circostanti. Già dalla partita di domani contro il Pisa, e per le gare contro Trapani, Ascoli, Novara ed Hellas Verona sulle maglie e i pantaloncini del Perugia sarà apposto il logo “I Love Norcia”.

A presenziare alla conferenza di stamani, il Presidente del Perugia Calcio Massimiliano Santopadre, l’Assessore allo sport di Perugia Emanuele Prisco, il Sindaco di Norcia Nicola Alemanno, il responsabile della onlus “I Love Norcia” e alcuni giocatori biancorossi, tra cui il capitano Lorenzo Del Prete e il tecnico biancorosso Cristian Bucchi.

Il primo a parlare è stato proprio il primo cittadino di Norcia Nicola Alemanno che dopo aver ringraziato il Perugia Calcio per aver subito aderito all’iniziativa ha detto “il legame tra la città di Norcia e il Perugia Calcio è un legame che affonda le sue radici nella storia, non stiamo vivendo giornate felici, la nostra comunità è stata duramente colpita e duramente provata, già l’evento del 24 agosto aveva avuto una valenza terribile rispetto agli eventi che avevano precedentemente colpito la città, in pochissimo tempo eravamo riusciti a mettere in sicurezza milleduecento persone che non avevano più la possibilità di stare nelle loro case, un evento sismico della portata di quello che ha colpito il nostro territorio nella nostra regione non ha fatto morti e feriti e questa è la ragione per la quale, pur avendo la consapevolezza di quanto gravi siano i danni inferti al nostro territorio abbiamo fin da subito dichiarato di essere stati graziati, perché dall’altro versante della montagna si contavano oltre trecento morti, con questa consapevolezza ci siamo subito messi al lavoro, con questa consapevolezza abbiamo subito la seconda terribile scossa del ventisei ottobre e con la stessa consapevolezza abbiamo subito quella del trenta ottobre che non è stata una scossa di terremoto, è stata un cataclisma che ha spaccato le montagne – e ancora – tutti devono capire e comprendere quanto sia fondamentale sentire la vicinanza delle persone, delle istituzioni, delle associazioni quando ci si trova in queste condizioni, la solidarietà scalda il cuore, la solidarietà dona quella energia che è fondamentale per poter ripartire, due pilastri credo che siano la base di tutto ciò, il lavoro e la scuola – poi ha aggiunto – vorrei che questa conferenza stampa segnasse in qualche modo un punto da cui noi ripartiamo con nuove energie … intorno alla piazza della città noi ricominceremo a ricostruire la nostra città e la ricostruiremo con l’aiuto di tutti, con l’aiuto vostro del Presidente e la ricostruiremo più bella e sicura di prima”.

A parlare è stato anche il tecnico biancorosso Cristian Bucchi “oggi vorrei parlare di un aspetto per me importante che è l’orgoglio, l’orgoglio di essere stato per tanti anni in ritiro a Norcia, per noi è stata una seconda casa, è sempre stata un punto di ritrovo, molte estati passate lì, quindi l’orgoglio di esserci stato e averci vissuto tanti momenti, l’orgoglio dei cittadini di Norcia che non si faranno abbattere da quello che è successo ma si rialzeranno come hanno sempre fatto, l’orgoglio di far parte di una società che davanti a queste difficoltà è scesa in campo subito, faccio una promessa, nel momento in cui Norcia sarà ripartita e anche i suoi impianti saranno pronti, saremmo veramente felici di poter allenarci magari una volta al mese nei suoi impianti”.

A prendere la parola anche il Presidente del Perugia Calcio Massimiliano Santopadre “come credo tutti voi, a sentire oggi questi miei amici io sono fortemente emozionato perché vivere queste cose da lontano è una cosa, viverle e toccarle con mano è diverso, in questo momento sono in difficoltà ed è giusto che quanto meno abbiano il supporto quanto meno morale, ci vuole quella voglia di voler far del bene al prossimo – ha dunque esposto le iniziative poste in essere per aiutare Norcia – iniziative pensate nel giro di un’ora, due ore, spero che possano aiutare, abbiamo fatto quello che abbiamo potuto, oggi io mi sento italiano, soprattutto mi sento perugino quindi voglio stare vicino a loro, il trenta per cento dell’incasso di Perugia Trapani verrà devoluto alla onlus, nel frattempo rimetteremo il piumino degli abbonati in vendita e devolveremo cinque sei euro dell’incasso del piumino alla onlus, come ha già detto il mister ci piacerebbe andare a trovare le persone sul posto quindi faremo un allenamento mensile quando loro saranno pronti, nel frattempo dalla prossima settimana in poi andremo a trovare la gente perché vogliamo stare con loro almeno qualche ora, altra iniziativa, la ditta Bevilacqua ha messo a disposizione i loro pullman, quello che servirà per andare a prendere le persone di quella zona e portarli qui, vedere la partita, passare un paio d’ore in amicizia insieme a tutto il Curi e poi saranno riaccompagnati – e ancora – noi stiamo a disposizione, posso garantire la nostra ferma volontà di aiutare”.

Una grande solidarietà dunque quella espressa dal Presidente del Perugia Calcio Massimiliano Santopadre che ha voluto fortemente mostrare tutta la vicinanza sua e della squadra, ma anche quella della società a quanti ora stanno soffrendo a causa del terribile sisma che domenica scorsa ha colpito duramente Norcia.

Erika Cesari - Unbria Notizie Web


stampaitalia 300x250